Report vaccinazioni in Italia (NEW)
Coronavirus nel mondo (NEW)

Modugno e Bitonto, sversamento di rifiuti, continua senza sosta l’azione degli impuniti

Modugno e Bitonto, sversamento di rifiuti: le immagini

Ci chiediamo se questo oltraggio all’ambiente, perpetrato come se nulla fosse, e sotto gli occhi di tutti, da tanto, troppo tempo, verrà mai affrontato come merita. Ci chiediamo se ci sarà mai data l’opportunità di vedere ristabiliti quegli equilibri naturali a cui l’uomo e le altre creature erano e sono destinati. Di gustare ancora una volta quei profumi, quei colori e quei sapori veri. Così come ci chiediamo se del nostro ambiente rimarrà qualcosa di buono e sano da lasciare ai nostri figli e nipoti.

A parte l’amara riflessione e la constatazione che dal fronte istituzionale, niente si muove, di contro e per fortuna, c’è da sottolineare l’instancabile lavoro dei volontari. In questo caso delle Guardie dell’ANUU migratoristi che, dopo il protocollo d’intesa siglato con Gens Nova, altra straordinaria realtà associativa, il cui impegno a livello sociale è di altissimo valore, hanno evidenziato l’ennesimo vergognoso scempio ambientale.

Si tratta di Modugno e Bitonto, due ridenti e operose cittadine della nostra provincia, le cui campagne e siti di particolare pregio naturale, ancora una volta, sono stati violati. Dove impuniti senza volto, in barba alle leggi e al nostro sacrosanto diritto di vedere rispettata la natura, hanno nuovamente riversato i loro veleni. Qui, i volontari hanno scoperto e documentato una discarica di rifiuti eterogenei sversati a ridosso di una lama e poi ancora rifiuti speciali che andrebbero smaltiti secondo particolari procedure.

La stipula del Protocollo tra ANUU Migratoristi e Gens Nova

“Le aree contaminate sono state puntualmente segnalate agli organi competenti per le attività propedeutiche al D.Lgs 152/2006 – hanno ribadito i volontari ANUU. “Ora – hanno concluso – resta l’amarezza dello scempio che abbiamo trovato a danno delle nostre campagne, del territorio e di noi stessi. Consentiteci di dirlo, perché questo è.”

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Condividi su:

Lascia un commento