Report vaccinazioni in Italia (NEW)
Coronavirus nel mondo (NEW)

Capurso, I° Memorial Dedicato a Mimmo Mastrolonardo, “Uomo di Stato e di Sport”

Capurso, I° Memorial Dedicato a Mimmo Mastrolonardo, "Uomo di Stato e di Sport”

Domenica 9 ottobre: Le Glorie Capursesi della pallavolo sono scese in campo per ricordare un’amico e un compagno di squadra.

È trascorsa una settimana da una Domenica diversa da quelle a cui siamo solitamente abituati. Una Domenica all’insegna della pallavolo giocata col cuore per ricordare!

Domenica 9 ottobre presso il PalaPadovano, Capurso ha ricordato Mimmo Mastrolonardo, celebrando il Primo Memorial a lui dedicato.  Un grande applauso ha accolto la mamma Madina, il fratello Filippo, la famiglia, gli amici di scuola, che gli hanno dedicato un manifesto con la scritta “TU e il tuo sorriso sempre nei nostri cuori”. Una grande emozione culminata con la consegna di una targa da parte del Sindaco Michele Laricchia, “La Comunità Capursese ricorda Mimmo Mastrolonardo: Uomo di Stato e di Sport”.

Chissà se Mimmo ha sorriso nel vedere i suoi vecchi compagni di squadra, riuniti dopo anni, per giocare, anzi ci piace pensare che fosse in campo con loro a sostenere qualche battuta o schiacciata. Una cosa è certa, l’amore per uno sport, ha il potere di unire, di superare distanze, di rievocare momenti di gioco e di amicizia vera. Domenica sei stato compagno di squadra anche di chi non ti ha conosciuto e attraverso questa giornata di sport ha conosciuto la tua storia, il contributo che hai donato alla tua Comunità   e che non ti ha  dimenticato.

Mimmo Mastrolonardo, Sottotenente in servizio nel 3   ̊Gruppo SQD.COR. “Savoia Cavalleria” perse la vita il 7 ottobre 1986 in un tragico incidente a seguito del ribaltamento del cingolato M 113 su cui viaggiava lungo la strada regionale 17 bis nel territorio di Castel del Monte, in provincia dell’Aquila.

Mimmo era una persona unica, sempre allegra, di una vivacità assoluta”Un ragazzo molto legato alla sua famiglia, amico di tutti, altruista, pronto ad aiutare chi era in difficoltà”. Queste le parole di chi lo conosceva. Il ritratto di un ragazzo pieno di gioia di vivere, la cui presenza si faceva sentire: “L’unico che riusciva a farsi promettere dal Preside Padovano che avrebbe offerto la pizza in caso di vittoria della squadra.”

Al fischio dell’arbitro le formazioni sono scese in campo, da un parte “le Glorie Capursesi” dall’altra gli sfidanti.

Non scriveremo chi ha vinto, le squadre hanno fatto del loro meglio in campo per realizzare un obiettivo comune: domenica al PalaPadovano hanno vinto tutti i presenti, giocatori in campo e spettatori, uniti nel Ricordo di Mimmo attraverso lo sport che amava e praticava con passione come dimostra la sua maglia da gioco, la numero ‘8’.

Del resto la pallavolo rende proprio bene l’idea di amicizia: solo se si è davvero uniti, si vince.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

A Bari, il 15 settembre, skateboarder nazionali, realtà aumentata e NFT sotto il Ponte Adriatico, sport e divertimento garantiti

A Bari, il 15 settembre, skateboarder nazionali, realtà aumentata e NFT sotto il Ponte Adriatico, sport e divertimento garantiti

L’evento, gratuito, si chiama “Trust That Trick” ed è stato realizzato dal concept store streetwear Banana Moon, dal marchio Anthem Brand Co. in collaborazione con Fantech e UniCrypto, la community del Politecnico di Bari. Giovedì … continua a leggere

“Capursese dell’anno” 2022, il premio va al 23enne Gianluigi Saulle, il più forte bowler dei Giochi Nazionali estivi di quest’anno

“Capursese dell’anno” 2022, il premio va al 23enne Gianluigi Saulle, il più forte bowler dei Giochi Nazionali estivi di quest’anno

Lo speravamo fortemente e quando ne abbiamo avuto conferma, abbiamo esultato tutti.

Il premio, di solito, viene attribuito alle persone che nella loro ‘normale’ quotidianità fanno cose speciali e contribuiscono nel dare lustro e importanza alla Comunità. Ma, in questa edizione (2022) il titolo di ‘Capursese dell’anno’, è al quadrato. Perché, l’autismo – sindrome di cui Gianluigi soffre -, non gli ha impedito di raggiungere eccezionali traguardi (2 ori e un bronzo tra il 2017 e il 2018 e il primo posto nella 37ª Edizione dei Giochi Nazionali estivi Special Olympics).

In un nostro precedente articolo, abbiamo già parlato di Gianluigi e della sua famiglia e del suo straordinario impegno atletico come bowler, raccontando anche il momento della sua convocazione come atleta titolare nella nazionale Special Olympics. Un’occasione importante per lui, che lo ha inserito, di fatto, in altri interessanti scenari, come i World Games dell’anno prossimo, a Berlino.

Intanto, sabato 3, abbiamo avuto modo di applaudirlo, anche qui a Capurso, con la consegna del titolo di “Capursese dell’anno” 2022. Una festa per Gianluigi. Per i suoi genitori, Patrizia e Francesco. E per l’intero paese. A consegnargli il riconoscimento, il Sindaco Michele Laricchia, a cui ha fatto solenne promessa di “Vincere i Mondiali”. “Siamo orgogliosi di te – ha risposto Laricchia- e li vincerai per noi”


Anche il papà ha voluto ringraziare l’Amministrazione, “E’ stato un bellissimo segno d’inclusione”, ha detto. Poi, ha ricordato l’importanza di avere alle spalle un’organizzazione strutturata ed efficiente come lo staff sportivo del Barium, con Pino Semplice, presidente e coach di Gianluigi, e tutte “le altre persone che si prendono cura di lui ogni giorno, in particolare Saverio e Margherita”. “Veri e propri ‘angeli terreni’, valori aggiunti”, ha detto ancora Francesco Saulle, che, nel quotidiano, “affiancano il nostro infinito amore di genitori”.


Gianluigi, un ragazzo coraggioso, che ha trovato nello sport, come nello studio, il modo giusto per realizzare i suoi sogni e portare avanti i suoi obiettivi, rendendoli visibili nei risultati che ora, conosciamo tutti. Un esempio e un incoraggiamento per chi butta la spugna alla prima difficoltà.
Un saluto e un ‘in bocca al lupo’ da tutta la redazione di WideNews.