Foggia -17enne perde la mano e un uomo 4 dita per i botti

Foggia -17enne perde la mano

La notte di Capodanno a Foggia si è trasformata in tragedia a causa di incidenti gravi legati all’uso irresponsabile dei fuochi d’artificio. Un ragazzo di 17 anni ha subito l’amputazione della mano sinistra, mentre un uomo di 47 anni, di San Severo, ha perso quattro dita a causa della esplosione dei botti.

Il 17enne, foggiano, è stato urgentemente trasportato in ospedale e sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Nel caso del 47 enne, l’uomo è stato soccorso dal 118 e trasferito all’ospedale di Foggia, dove gli sono state amputate quattro dita della mano sinistra.

Forze dell’Ordine e personale sanitario fanno sapere che “Entrambi gli incidenti sono riconducibili all’uso irresponsabile dei petardi e che è fondamentale ricordarne la pericolosità e l’importanza di seguire attentamente le istruzioni”.

Il 47enne, oltre all’amputazione delle dita, ha riportato lesioni di quarto grado al volto, con una prognosi di 30 giorni. Altri episodi legati sempre ai botti di fine anno hanno causato ustioni di secondo grado a un giovane a San Severo e abrasioni da scoppio a una persona a Manfredonia.

Ci sono stati anche diversi incendi provocati sempre dall’esplosione dei petardi, incendi che hanno richiesto 40 interventi dei Vigili del Fuoco in diverse zone della città.

A tal proposito, lo stesso comandante dei Vigili del Fuoco è intervenuto con un monito, “L’uso irresponsabile dei fuochi pirotecnici ha causato non solo gravi incidenti personali, ma anche numerosi incendi che hanno richiesto la nostra immediata attenzione. È essenziale che la comunità comprenda i rischi associati ai festeggiamenti e agisca in modo responsabile per garantire la sicurezza di tutti”.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Condividi su:
Foto dell'autore

da Redazione

Lascia un commento