Emergenza Rifiuti a Triggiano: Sostanze pericolose e pneumatici abbandonati, l’appello del nucleo ANUU di Bari alle Autorità”

Emergenza Rifiuti a Triggiano

Il territorio di Triggiano continua a essere martoriato dalla piaga dell’abbandono dei rifiuti, un fenomeno che non accenna a diminuire, come evidenziato dalle recenti scoperte dalle Guardie del Nucleo ANUU Migratoristi di Bari durante le festività di fine e inizio anno. Le Guardie, impegnate in attività di prevenzione, si sono imbattute in disgustosi scenari, mettendo in luce la persistente inciviltà ambientale.

Emergenza Rifiuti a Triggiano

A distanza di oltre due mesi, per esempio, è stato ritrovato un vascone contenente sostanze liquide simil-oleose abbandonato in una strada del territorio triggianese. Si tratta di una situazione già segnalata ma mai risolta. La scoperta, dunque, denota un inquietante persistere di comportamenti negligenti e illegali, a discapito della nostra salute e del patrimonio rurale e ambientale.

Le Guardie hanno anche denunciato il ritrovamento di pneumatici abbandonati in una via di campagna che collega il quartiere Japigia a Mungivacca. Questo, purtroppo, non è un caso isolato, ma si aggiunge a una lunga lista di episodi che non solo danneggiano l’ambiente ma minano ulteriormente la qualità della vita di persone fragili, bambini e anziani. Inoltre, sempre nella stessa area, sono stati scoperti rifiuti speciali che compromettono gravemente e direttamente i suoli agricoli alterando la salubrità delle coltivazioni.

Emergenza Rifiuti a Triggiano

“Tanto c’è ancora da fare per colmare l’inciviltà e la noncuranza che individui senza scrupoli consumano a danno del patrimonio rurale e ambientale – ha dichiarato un portavoce del Nucleo di Bari. Costoro compiono gesta inqualificabili, nella piena esasperazione dei cittadini che operano nelle aree agricole e che vivono in prima persona questo disagio ambientale” .

Il problema dell’abbandono di rifiuti è un fenomeno molto diffuso che richiede un intervento deciso e coordinato da parte delle autorità competenti. L’appello alle istituzioni è notoriamente pressante affinché intensifichino gli sforzi per individuare e punire i responsabili di tali azioni illegali.

“Scenari come questi – ha concluso il portavoce del Nucleo di Bari -, lasciano sgomenti e rammaricati. Come consuetudine, sono state informate le autorità preposte per la verifica delle singole situazioni riscontrate”.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Condividi su:
Foto dell'autore

Elvira Zammarano

Lascia un commento