Home Cronaca Bari, confiscati beni per 3 mil di euro, nei guai ex contrabbandiere
Bari

Bari, confiscati beni per 3 mil di euro, nei guai ex contrabbandiere

da Elvira Zammarano

Il contrabbando di tabacchi, un’attività più che redditizia se pensiamo alla confisca eseguita questa mattina dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Bari a carico di un ex contrabbandiere barese di 67 anni. L’uomo, gravato da numerosi precedenti penali, nel mese di Gennaio 2019 era stato già raggiunto da un provvedimento di sequestro di beni per 3 milioni di euro, oggi confiscati definitivamente. Oltre a tre unità immobiliari, tutte ubicate a Bari e dieci conti correnti, all’uomo e ad alcuni suoi familiari, è stata confiscata anche una nota caffetteria sita nella centralissima via Calefati.

La complessa attività investigativa ha fatto luce sulle modalità messe in atto dal 67 enne che sin dagli anni ’90 ha operato nel contrabbando di T.L.E., provvedendo, nel tempo a “ripulire” i proventi illeciti delle attività delittuose. Dalla copiosa documentazione prodotta, i Carabinieri hanno scoperto che l’ex contrabbandiere, anche attraverso l’interposizione dei suoi stretti familiari, era riuscito a riciclare i capitali illeciti accumulati, acquistando immobili e avviando un rinomato bar proprio nel centro della movida barese. Pertanto la Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Bari, concordando con l’ipotesi investigativa formulata dai militari, ha emanato l’ordinanza con cui è stata disposta la confisca dell’intero patrimonio di cui erano intestatari non soltanto l’ex contrabbandiere, ma anche i suoi più stretti congiunti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento