Home Cronaca 49enne di Canosa, arrestato due volte con armi e droga nascoste in casa
49enne

49enne di Canosa, arrestato due volte con armi e droga nascoste in casa

da Elvira Zammarano

I Carabinieri lo avevano arrestato il 16 aprile scorso dopo una perquisizione durante la quale, avevano scoperto, nascosti in una palma del suo giardino, 9 grammi di cocaina e 65 di hashish. Ma D.R., pregiudicato di Canosa, 49enne, deciso a non smettere la fiorente attività di spaccio, ha continuato a svolgerla anche durante le restrizioni domiciliari in corso.

Ma il continuo via vai, dalla sua abitazione non è passato inosservato ai militari di Canosa e Andria, che, nelle prime ore di ieri, supportati da una squadra di Cacciatori del Gargano ed una unità di cinofili di Modugno per la ricerca degli stupefacenti, hanno eseguito un’ulteriore verifica. Le operazioni, questa volta, hanno interessato tutte le pertinenze del giardino costituite da una vasta area agricola, in parte incolta.

È stato il segnale del cane anti-droga Fighter ad indirizzare le ricerche su alcuni grossi cespugli ubicati al limite di una scarpata, a confine del terreno. Qui, i carabinieri hanno trovato una borsa contenente 600 grammi di hashish e quasi mezzo chilo di marjuana e nelle immediate vicinanze, sempre tra i rovi, ben nascoste, altre due borse contenenti un fucile, 3 pistole (tra cui una 357 magnum in ottimo stato, con matricola abrasa) e munizioni di diverso calibro.

Le ricerche si sono protratte per diverse ore ma, poco prima di terminarle, il cane anti-droga ha nuovamente segnalato una palma, all’interno della quale, esattamente come per l’altro arresto, è stato trovato un involucro con 15 grammi di cocaina e altri due proiettili 7.62.

I militari hanno tratto in arresto per la seconda volta il 49enne, questa però volta in carcere. Ora dovrà rispondere non solo di detenzione di stupefacente, finalizzato alla spaccio, ma anche di armi, di cui una clandestina. L’operazione rientra in una più ampia attività di controllo del territorio e contrasto ai fenomeni criminosi legati alla droga che la Compagnia di Andria, che ha acquisito Canosa da novembre con l’istituzione del Gruppo Carabinieri di Trani, sta ponendo in essere con grande impegno.

Articoli correlati

Lascia un commento