Home Cronaca Capurso, pastore tedesco ritrovato e consegnato al suo proprietario
pastore tedesco

Capurso, pastore tedesco ritrovato e consegnato al suo proprietario

da Manuela Capozzi

E’ con enorme entusiasmo che l’Assessore ai servizi sociali del Comune di Capurso, Mariella Romano, comunica che è stato rintracciato il proprietario del pastore tedesco smarrito in zona Superga, a Capurso.

Alcuni cittadini avevano notato l’animale aggirarsi per le vie del paese e con grande senso civico, hanno dato l’allarme, contattando gli uffici della Polizia Municipale. E’ stata prontamente mobilitata una pattuglia guidata dal Comandante Alessandro Costanza, per il recupero dell’animale.  Gli agenti sono riusciti ad avvicinare il pastore tedesco, che è apparso mansueto ma spaventato, e a contattare prontamente il soccorso veterinario.
 
L’Assessore Romano, riferendosi all’intervento della Polizia Municipale, nel suo post di FB, ha voluto sottolineare il grande lavoro che da sempre gli uomini del Comandante Costanza svolgono a favore della cittadinanza, “Il recupero di animali smarriti, – ha detto -, soprattutto dei cani, vede spesso impegnati gli agenti che, quando possibile, fanno a meno dall’accalappiacani”.
 
L’Assessore auspica, inoltre, che, attraverso la pubblicazione delle foto del bellissimo esemplare di pastore, ritrovato, possa essere più facile rintracciare il proprietario, sia in caso di smarrimento o anche attraverso “la testimonianza di qualcuno che potrebbe indicare (agli agenti) l’eventuale responsabile di un possibile abbandono del cane”.
 
Da ultimo, l’Assessore Romano ribadisce l’importanza di microchippare i cani, ricordando che “così sarebbe più facile risalire ai proprietari nel caso di allontanamento!”. Ma insiste molto anche di avere una maggiore attenzione e cura dei nostri amici a quattro zampe, di custodirli e proteggerli, anche per evitare di incorrere nelle sanzioni previste dalla Legge e per poter prevenire eventuali aggressioni a terzi da parte di un animale spaventato. 
 
 
 
 

Articoli correlati

Lascia un commento