Aggressione a Brindisi: Giovane in coma farmacologico, arrestato 20enne per tentato omicidio

Aggressione a Brindisi: Giovane di Mesagne in coma

Nella notte del 21 gennaio, M.P. , 30enne, residente a Mesagne ha subito una violenta aggressione che lo ha ridotto in fin di vita. L’episodio ha avuto luogo nella movimentata zona della movida brindisina, nel centro della città, e sembra sia stata generata da una lite pregressa. La pronta risposta delle forze dell’ordine ha portato all’individuazione e all’arresto del presunto aggressore, un 20enne di Brindisi.

La dinamica esatta dell’aggressione è ancora tutta da stabilire, secondo le prime indiscrezioni, la vittima si sarebbe recata da sola nel locale brindisino poiché il titolare del locale è un suo amico ed è lì che avrebbe incontrato il 20enne che lo avrebbe colpito con un pugno in seguito a una lite originatasi da motivi apparentemente futili.

Aggressione a Brindisi: Giovane di Mesagne in coma

M.P., diplomato all’istituto tecnico commerciale di Mesagne e muratore di professione, è noto per la sua passione per i murales e la grafica hip-hop. In passato, ha partecipato a un bando del Comune di Mesagne dedicato agli artisti, contribuendo alla realizzazione di un’opera pittorica temporanea nel centro cittadino.

Il giovane, dopo un delicato intervento chirurgico presso l’ospedale Perrino di Brindisi a causa del trauma cranico, è stato trasferito in rianimazione, dove è attualmente in coma farmacologico.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Condividi su:
Foto dell'autore

Elvira Zammarano

Lascia un commento