Report vaccinazioni in Italia (NEW)
Coronavirus nel mondo (NEW)

Sequestro di droga e materiale esplodente, arrestato un 48enne e denunciato un 27enne di Altamura

Sequestro di droga e materiale esplodente, arrestato un 48enne e denunciato un 27enne di Altamura

Il sequestro della droga e del materiale esplodente detenuto illegalmente in un’abitazione di Altamura è avvento ieri. Per mettere in sicurezza l’area è stato necessario l’intervento degli artificieri del comando carabinieri di Bari. L’attività delle … continua a leggere

Bari, zona San Pasquale, smantellato gruppo criminale, pianificavano i colpi in terrazza con piscina e all’ombra di un gazebo

Bari, zona San Pasquale, smantellato gruppo criminale, pianificavano i colpi in terrazza con piscina e all’ombra di un gazebo

Il gruppo criminale si riuniva nel quartiere San Pasquale di Bari, su un terrazzo allestito per l’estate, con piscina e gazebo

I 17 soggetti raggiunti dall’ordinanza applicativa della misura cautelare, parte in carcere e parte agli arresti domiciliari, emessa dalla Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, sono accusati a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti ( cocaina, eroina, ecstasy, hashish e marijuana), detenzione e spaccio, aggravata dalla disponibilità delle armi (7 pistole semiautomatiche di vario calibro, una pistola mitragliatrice Skorpio).

Gli arresti di oggi, eseguiti dalla Squadra Mobile di Bari, sono il risultato delle indagini coordinate dalla Procura Distrettuale Antimafia e delegate alla sezione Antidroga della Squadra Mobile della Questura di Bari, che hanno consentito di individuare, nel quartiere San Pasquale di Bari, un’associazione criminale ben strutturata ed organizzata, in grado di fornire ai numerosi assuntori, in modo continuativo, giorno e notte, ogni tipo di droga.

Il gruppo criminale, oggi smantellato, di fatto, tra il 2017 e il 2019, aveva tenuto sotto smacco l’intera zona. In particolare, aveva trasformato il complesso residenziale di edilizia popolare, di via Dei Mille, in una vera e propria roccaforte per l’attività di spaccio, chiamandolo come il popolare quartiere napoletano “Forcella”. La supremazia dei malavitosi veniva esercitata in ogni modo, utilizzando scantinati e terrazzi per nascondere armi e droga, a danno dei condomini costretti a subire.

Ma il vero quartier generale dell’organizzazione si trovava in una palazzina di via Cuoco, sempre a San Pasquale, il cui terrazzo condominiale era utilizzato come dependance, con tanto di piscina fuori terra e un gazebo alla cui ombra, gli indagati,  pianificavano i loro traffici illeciti e i summit, ai quali partecipavano tutti, in primis i boss e promotori del sodalizio, due dei quali, all’epoca dei fatti, erano anche agli arresti domiciliari proprio nella palazzina.

Le telecamere e le microspie, installate dagli investigatori su quel terrazzo, hanno consentito di acquisire granitici elementi probatori sulle loro illecite attività. Così come sono state documentate azioni ritorsive e pestaggi messi in atto dagli spacciatori nei confronti degli acquirenti che non saldavano in tempo i debiti maturati per l’acquisto dello stupefacente. Inoltre, durante le indagini, 10 soggetti sono stati arrestati in flagranza di reato e sequestrati circa 13 chili di stupefacente tra cocaina, eroina, hashish e marijuana, oltre a 2.000 pasticche di ecstasy.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Trani, 14 arresti, sotto la lente il clan Corda-Lomolino per associazione di stampo mafioso, estorsioni, armi e spaccio di droga

Trani, 14 arresti, sotto la lente il clan Corda-Lomolino per associazione di stampo mafioso, estorsioni, armi e spaccio di droga

14 persone del clan Corda-Lomolino di Trani sono agli arresti da stamattina per associazione di stampo mafioso, estorsioni, armi e spaccio Stamattina, 80 Carabinieri del Comando Provinciale di Bari e del Gruppo di Trani, supportati … continua a leggere

Blitz dei Carabinieri nella città vecchia a Bari, 2 arresti e 1 denuncia

Blitz dei Carabinieri nella città vecchia a Bari, 2 arresti e 1 denuncia

Il Blitz dei Carabinieri effettuato nella città vecchia di Bari ha portato all’arresto di due persone.

L’altra mattina i Carabinieri della Compagnia di Bari Centro hanno effettuato nel Borgo Antico di Bari, diverse perquisizioni all’interno delle abitazioni e dei luoghi utilizzati solitamente per nascondere la droga.

30 i militari dell’Arma di Bari impegnati nel blitz, coadiuvati dai cacciatori dello Squadrone eliportato della Puglia e dalle unità cinofile del Nucleo di Modugno. Il militari, dopo aver circoscritto il quartiere, hanno passato al setaccio l’intera zona, alla ricerca di armi e di droga.

L’attività si è concentrata soprattutto nell’area attorno alla Basilica di San Nicola e a quella di piazza San Pietro, dove di recente era stato notato un incremento del fenomeno dello spaccio, con il coinvolgimento di numerosi giovani.

Un importante contributo è stato fornito anche da “One”, il cane del Nucleo cinofili che con il suo fiuto è riuscito a trovare, all’interno di un canale di scolo dell’acqua piovana e dentro un tombino, diverse confezioni di stupefacente.

Il bilancio dell’operazione conta due persone arrestate e una denunciata a piede libero per detenzione e spaccio di droga. In particolare, si tratta di S.A., 53enne e della 28enne, A.P., nella cui abitazione, i carabinieri hanno trovato 120 grammi di cocaina, 100 di hashish e 88 di marijuana, di cui, A.P.., maldestramente aveva cercato di liberarsi, gettandolo tutto nel water di casa.  I due sono stati arrestati ai domiciliari e ora sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Durante lo stesso blitz, i militari hanno trovato ancora altri 13 grammi di hashish e una dose di marijuana, nascosti in casa di un 25enne, denunciato poi a piede libero. Mentre altri 3 giovani, sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti, in quanto sorpresi con pochi grammi di marijuana e hashish in tasca.

Altra droga è stata infine trovata, in diversi anfratti delle corti interne delle varie abitazioni, corredata da bilancini di precisione, telefoni cellulari, probabilmente utilizzati per lo spaccio e materiale per il confezionamento delle sostanze, tutto materiale sottoposto a sequestro.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb