Emergenza igienico sanitaria a Bari: 6 mesi di silenzio sul degrado ambientale del mercato ex manifattura, l’intervento di Cipriani

Emergenza igienico sanitaria a Bari

 L’allarme igienico sanitario del mercato (ex Manifattura di Bari) persiste ormai da oltre sei mesi (denunciato anche in un nostro precedente articolo) senza che siano state adottate misure efficaci per rimuovere il degrado presente in alcuni locali che mette a rischio la salute pubblica. Nonostante molteplici segnalazioni e denunce da parte del Movimento Politico “Riprendiamoci il Futuro” e del suo segretario, Luigi Cipriani, la situazione è addirittura peggiorata.

Il 12 luglio 2023, Cipriani inviava una nota urgente, corredata da documentazione fotografica, al Sindaco Decaro, all’Assessore Igiene e Ambiente, e all’Assessore alle Attività Economiche del Comune di Bari, richiedendo un intervento immediato per bonificare e disinfettare i locali interessati. Nonostante le richieste, la Ripartizione Igiene e Ambiente ha sorprendentemente indirizzato la problematica alla Ripartizione Infrastrutture, che, secondo Cipriani, non ha alcuna competenza nella rimozione della discarica.

Il 5 settembre 2023, in seguito all’inerzia delle autorità, Cipriani ha presentato personalmente un esposto presso gli uffici NAS Carabinieri, documentando gravi inadempienze dell’amministrazione comunale. Il 19 settembre 2023, in risposta alle pressioni dei NAS Carabinieri, alcuni dirigenti della ASL (Igiene e Ambiente) hanno effettuato un sopralluogo nei locali denunciati, constatando la presenza di ammassi di rifiuti pericolosi e impegnandosi a redigere un verbale sullo stato dei luoghi.

Nonostante gli sforzi dei cittadini e le azioni della ASL, oggi 2 febbraio 2024, nulla è stato fatto per rimuovere la discarica che continua a costituire una minaccia per tutti. Il Movimento Politico “Riprendiamoci il Futuro” esprime la sua amarezza per l’assenza di azioni concrete da parte delle autorità competenti e chiede un intervento immediato per affrontare questa emergenza ecologica.

Per Luigi Cipriani, “La situazione è davvero critica, eppure nulla è stato fatto per risolvere questo problema che minaccia la salute dei cittadini. Chiediamo alle autorità di agire presto per garantire la sicurezza e il benessere della comunità.”

Il Movimento Politico “Riprendiamoci il Futuro” continuerà a monitorare la situazione affinchè si prendano le misure necessarie per risolvere questa vergogna.

Condividi su:
Foto dell'autore

Elvira Zammarano

Lascia un commento