Attività ricettive: informazioni, procedure e obblighi imposti dalla normativa di pubblica sicurezza in Italia

 

Attività ricettive

La Polizia di Stato invita gli esercenti di attività ricettive come agriturismo, alberghi, affitta camere, bed & breakfast, campeggi, case di cura, hotel, locazioni di breve durata, ostelli, pensioni ed appartamenti ad uso turistico ad adeguarsi alle seguenti norme anche in vista dei prossimi controlli:

  1. Comunicazione giornaliera: Gli esercenti devono comunicare giornalmente alla Questura l’arrivo delle persone alloggiate presso le loro strutture. Tale obbligo è regolato dall’art. 109 del T.U.L.P.S.
  2. Piattaforma online “Alloggiati Web”: Nel 2006 è stata avviata la gestione informatizzata dei dati attraverso la piattaforma online “Alloggiati Web”. Gli esercenti devono trasmettere le generalità delle persone alloggiate esclusivamente tramite questa piattaforma.
  3. Obbligo per locatori e sublocatori: Anche chi affitta immobili con contratti di durata inferiore a 30 giorni è tenuto ad utilizzare il servizio “Alloggiati Web”, secondo quanto stabilito dall’art. 19-bis della legge n.132 del 1 dicembre 2018.
  4. Agenzie immobiliari: Le agenzie immobiliari che gestiscono affitti di appartamenti privati a fini turistici possono registrarsi ed effettuare le comunicazioni per conto dei locatori.
  5. Accreditamento al sistema informatico: La richiesta di accreditamento al sistema informatico può essere presentata dai titolari, gestori, legali rappresentanti o loro delegati presso la Questura di Bari o altri Commissariati di Pubblica Sicurezza, Divisione Polizia Amministrativa e di Sicurezza – “Ufficio Alloggiati”. In alternativa è possibile rivolgersi ai Commissariati di Pubblica Sicurezza Sezionali (Bari Nuova – Carrassi, San Nicola e San Paolo) e Distaccati (Bitonto, Corato, Gravina in Puglia, Monopoli e Putignano). Per conoscere le modalità di invio delle richieste di accreditamento al portale e per entrare in possesso della relativa modulistica è possibile consultare la sezione dedicata, presente sul sito della Questura di Bari (https://questure.poliziadistato.it/it/Bari).
  6. Tempistiche di trasmissione delle informazioni: Le generalità delle persone alloggiate devono essere trasmesse tramite il portale “Alloggiati Web” entro 24 ore dall’arrivo, o entro 6 ore per soggiorni inferiori a 24 ore, come stabilito dal DL 53/2019 (L.77/2019) e dal relativo Decreto Ministeriale del 16/9/2021.
  7. Sanzioni per violazioni: Le violazioni all’art. 109 del T.U.L.P.S. possono comportare l’arresto fino a tre mesi o un’ammenda fino a 206,00 euro (art. 17 del T.U.L.P.S.).
  8. Assistenza e contatti: In caso di necessità di ulteriori informazioni o problemi con la piattaforma “Alloggiati-Web”, è possibile contattare il centralino della Questura di Bari al numero 0805291111.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Condividi su:
Foto dell'autore

da Redazione

Lascia un commento