A Bari l’assemblea degli agricoltori di CIA Puglia: Solidarietà alle proteste e proposte per il futuro

A Bari l’assemblea degli agricoltori di CIA Puglia

L’assemblea regionale degli agricoltori pugliesi, rappresentati dalla Confederazione Italiana Agricoltori (CIA) Puglia, si è riunita oggi a Bari per discutere delle difficoltà del settore e pianificare azioni concrete. Gli agricoltori della Puglia sono pronti a unirsi alle proteste in corso, manifestando la propria solidarietà e ribadendo la necessità di affrontare le sfide che l’agricoltura sta attualmente affrontando.

Il presidente di CIA Puglia, Gennaro Sicolo, ha dichiarato che l’assemblea ha approvato un documento in cui si esprime solidarietà agli agricoltori che hanno protestato con trattori e richieste nelle strade e nelle piazze. “Siamo disponibili a discutere e concordare una piattaforma unitaria di rivendicazioni”, ha affermato Sicolo, “unendo tutto il comparto primario, partendo dagli errori dell’Europa che stanno avendo gravi conseguenze sull’agricoltura”.

L’Europa è accusata di ridurre i sostegni al settore agricolo, aumentare vincoli e ostacoli, e accelerare una transizione ecologica che colpisce gli agricoltori senza affrontare i veri inquinatori del pianeta. CIA Puglia ha elencato cinque priorità, tra cui la riforma della Politica Agricola Comune (PAC), misure per ridurre i costi di produzione, interventi per affrontare calamità e fitopatie, contrasto alla concorrenza sleale e semplificazione burocratica.

Gennaro Sicolo ha sottolineato ancora la necessità che il governo italiano agisca sulla scena europea per riformare la PAC. Ha inoltre criticato le misure che impongono una riduzione della produzione agricola e ha difeso l’uso dei fitofarmaci, dichiarando che le imprese agricole stanno già producendo prodotti alimentari a residuo zero.

Riguardo ai costi di produzione, si è evidenziato il crescente svantaggio competitivo degli agricoltori pugliesi rispetto a Paesi dove produrre costa meno, sottolineando l’urgente necessità di interventi a livello europeo per garantire la competitività sui mercati internazionali.

Tra le criticità affrontate, sono stati menzionati anche i danni causati da eventi climatici estremi, fitopatie come la Xylella, e la necessità di un impegno europeo per contrastare tali fenomeni. CIA Puglia auspica un intervento del governo italiano per uniformare gli standard europei e contrastare la concorrenza sleale.

Infine, l’assemblea ha sottolineato la necessità di semplificare le attività legate al lavoro agricolo, riducendo la burocrazia in settori come il riconoscimento delle calamità atmosferiche, gli agriturismi e l’acquisizione di prodotti fitosanitari.

La Confederazione Italiana Agricoltori Puglia si prepara dunque a sostenere le proteste in corso e a promuovere un dialogo costruttivo per affrontare le sfide del settore agricolo.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Condividi su:
Foto dell'autore

Elvira Zammarano

Lascia un commento