Disordini a Molfetta durante il Capodanno 2024: Provvedimenti restrittivi per 3 minori

Disordini a Molfetta

Nella notte di Capodanno 2024, Piazza Vittorio Emanuele a Molfetta è diventata teatro di una serie di gravi episodi di ‘guerriglia urbana’. In relazione ai fatti, la Procura del Tribunale per i Minori di Bari, oggi, ha emesso provvedimenti restrittivi a carico di tre giovanissimi.

I ragazzi coinvolti sono accusati di danneggiamento aggravato e violazioni dell’art. 421 bis del codice penale, recentemente introdotto dal decreto “Caivano”. Le indagini condotte dai Carabinieri della Compagnia di Molfetta hanno evidenziato la collaborazione tra i minori indagati e gli altri soggetti maggiorenni coinvolti nei disordini, già tratti in arresto nei giorni precedenti.

Gli atti contestati includono l’utilizzo di molteplici ordigni esplosivi con l’intento di generare disordine pubblico e attentare alla sicurezza pubblica, suscitando timori nella cittadinanza. Nonostante i danni causati ai mezzi, i proprietari non hanno avanzato richieste di risarcimento contro i responsabili.

Il tempestivo intervento dei Carabinieri ha permesso all’Autorità Giudiziaria di ottenere una chiara visione dei fatti. Pertanto, dopo un’analisi dettagliata delle prove raccolte, i Magistrati di Bari hanno deciso di procedere nei confronti dei tre ragazzi che, dopo le formalità di rito, raggiungeranno le comunità a cui sono stati destinati.

Disordini a Molfetta

Il procedimento si trova attualmente nella fase delle indagini preliminari. In seguito all’esecuzione delle misure cautelari, seguiranno l’interrogatorio di garanzia e il confronto con la difesa degli indagati. La determinazione della colpevolezza per i reati contestati avverrà nel corso del processo, nel contraddittorio tra le parti.

Questo caso sottolinea l’importanza del mantenimento dell’ordine pubblico durante le celebrazioni di Capodanno e evidenzia la collaborazione tra le forze dell’ordine e la Procura per assicurare che chiunque commetta reati venga perseguito secondo la legge.

Condividi su:
Foto dell'autore

Elvira Zammarano

Lascia un commento