“Natale di Greccio 2023: Storia e Celebrazione nell’Ottavo Centenario del Presepe”

Natale di Greccio 2023

Il 16 dicembre, a Bari si è celebrato l’Ottavo Centenario del Natale di Greccio, una festa intrisa di storia e significato. L’iniziativa “Un presepe in ogni casa”, promossa dalla Conferenza Episcopale Italiana, ha trasportato famiglie e comunità in un viaggio attraverso la tradizione secolare del presepe.

Le origini di questa tradizione risalgono al lontano dicembre del 1223, quando San Francesco d’Assisi realizzò il primo presepe a Greccio, nei pressi di Rieti. La sua intenzione era quella di rendere più tangibile e comprensibile la Natività di Gesù, coinvolgendo la gente comune nell’immaginare e vivere l’evento. Da allora, il presepe è diventato un simbolo centrale delle celebrazioni natalizie in tutto il mondo.

Papa Francesco, seguendo le orme del Santo, ha voluto arricchire questa tradizione concedendo l’indulgenza plenaria a coloro che avrebbero visitato le Chiese francescane dall’8 dicembre al 2 febbraio. Un gesto che ha ulteriormente sottolineato l’importanza spirituale di questa immagine millenaria.

Il Movimento Ecclesiale di Impegno Culturale (MEIC) ha contribuito alla celebrazione presentando il libro “Il Presepe tra Oriente e Occidente” di Mariagraziella Belloli, offrendo uno sguardo approfondito sulla storia del presepe come simbolo di incontro tra culture distanti.

L’evento è stato una straordinaria fusione di passato e presente, una riscoperta delle radici culturali e spirituali che alimentano la tradizione natalizia.

La serata si è conclusa con scambi di auguri, rafforzando il legame tra le generazioni e il valore intrinseco di questa celebrazione. Un’esperienza coinvolgente che ha intrecciato storia, cultura e spiritualità, creando un’atmosfera natalizia magica e inclusiva.

Oltre all’autrice saranno presenti:

L’ Avv.ssa Maria Federica Verna
L’Avvocato Antonio Lia, Presidente del Meic
La Reporter Antonella Mezzina
L’Ing. Raffaele Verna

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWe

Condividi su:
Foto dell'autore

Elvira Zammarano

Lascia un commento