“Inceneritore NEWO”, Associazioni, Comitati e Sindaci dicono NO, “La Puglia non diventerà la pattumiera d’Italia”

Se ne parlerà venerdì 24 marzo, alle 19, presso il palazzo della Polizia locale di Modugno

È stata indetta un’assemblea pubblica, promossa da Associazioni e Comitati Ambientalisti dei Comuni dell’hinterland barese, presso la sala Beatrice Romita, all’interno del palazzo della Polizia locale di Modugno, per discutere, definire e chiarire i gravi dubbi e le pesanti ‘nubi’ che si addensano sulla possibile realizzazione dell’inceneritore di rifiuti, anche pericolosi, della società NEWO.

L’impianto dovrebbe sorgere a ridosso dell’Ospedale S. Paolo e dei centri abitati, ma è già battaglia, in quanto la maggior parte dei Sindaci della Città metropolitana di Bari, le associazioni e i comitati ambientalisti si oppongono fermamente. “La Puglia – dicono – non diventerà la pattumiera d’Italia”.

Tra l’altro l’inceneritore Newo non è contemplato nel Piano Regionale dei Rifiuti, così com’è stata esclusa categoricamente la possibilità che i territori vicini possano conferire al suo interno alcuna tipologia di rifiuto.

Il NO dei Comitati e delle Associazioni si fonda sulla convinzione che il funzionamento di tale struttura possa compromettere la salute dei cittadini, alterando la qualità dell’aria e sulla mancanza di dati (attendibili) che dimostrino il contrario. Pertanto, gli ambientalisti non escludono la possibilità di ricorrere a una manifestazione in sinergia con i Sindaci e di  presentare una denuncia alla Procura di Bari, affinchè i magistrati, prendendo atto della situazione, verificando la regolarità delle procedure.

Il nodo più grosso riguarda proprio la questione che nessun organo preposto ha mai accertato e dunque certificato la non pericolosità di tale impianto per lo smaltimento e utilizzo della produzione delle perle vetrose. Su questo, insomma, non ci sono dati, ma solo tante, troppe incertezze. Anzi, per Donato Cippone (Coord. Regionale “Onda Verde Puglia Facciamo Rete”), Tino Ferrulli (presidente del Comitato Pro Ambiente Modugno) e Giuseppe Monaco (presidente Modugno A 5 Stelle), l’impianto della NEWO, non osserverebbe i principi costituzionali descritti dall’art. 41 e precisano che “non è stata presa in debita considerazione, in sede di Conferenza di Servizi, nonostante prevista, alcuna valutazione d’incidenza sanitaria”.

ASSOCIAZIONI E COMITATI “NO INCENERITORE-NO NEWO”
Per info: coordinamentocomitati.puglia@gmail.com

Cippone Donato
Coord. Regionale “Onda Verde Puglia Facciamo Rete”
cell. 3351257607
Ferrulli Tino
presidente Comitato Pro Ambiente Modugno
info: presidenteproambiente@gmail.com cell. 3335801473
Monaco Giuseppe
presidente Modugno A 5 Stelle
info: modugnoa5stelle@gmail.com cell. 3498073872


https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Condividi su:
Foto dell'autore

Elvira Zammarano

Lascia un commento