Report vaccinazioni in Italia (NEW)
Coronavirus nel mondo (NEW)

Salvini a Bari, pensioni, caro vita, flat tax e tanto altro, ieri al Trampolino, il programma del leader leghista

Erano oltre 400, i partecipanti all’evento pugliese organizzato dalla Lega presso il lido barese “Il Trampolino”. La manifestazione, coordinata dal segretario Cittadino Fabio Romito, ha riunito quadri dirigenziali del partito, a livello regionale, fan e sostenitori, ma anche molti curiosi, mossi dal desiderio di conoscere “più da vicino” il programma del leader del Carroccio.

Tanti i temi toccati, dal caro vita all’abolizione della legge Fornero, fino alla rivalutazione di diverse misure come quota 100. Ma si è parlato anche di razionalizzare i contenziosi fiscali, con l’attivazione strutturale della rottamazione delle cartelle per rimettere in ordine e rimpinguare i conti e le casse dello Stato.

“Ieri – ha detto Amedeo Nardi, sostenitore e componente della Lega Bari -, si è percepita la voglia estrema di cambiamento rispetto allo staticismo di una politica di sinistra appiattita su tematiche che non sono dedicate a migliorare la qualità della vita al popolo italiano, a partire dalla sicurezza”.

L’imprenditore barese Amedeo Nardi e il leader nazionale Salvini

Salvini ha poi parlato di cambiamenti sostanziali dell’azione di un Governo di centro destra, in cui si invertirà totalmente l’operatività legislativa indirizzandola, principalmente, alla risoluzione delle criticità dei cittadini italiani. L’attenzione, è stata poi rivolta, alla questione “migranti”, su cui il leader del Carroccio si è a lungo soffermato, evidenziando quanto sia importante mettere un argine al loro flusso, diventato ormai inarrestabile, che sta, letteralmente, mettendo in ginocchio i conti dell’Inps.

“Per noi imprenditori – ha detto ancora Nardi, riprendendo le parole di Salvini -, eliminare i limiti di utilizzo del denaro contante per rendere più snella e meno burocratizzata la gestione del conto corrente personale è diventata una necessità. Così com’è diventato insostenibile l’obbligo di doversi confrontare continuamente con le Banche e con lo Stato, per dire come si vogliono utilizzare i propri soldi. Cose – ha concluso Nardi – che esistono solo negli Stati di Polizia”.

Durante la convention, Salvini ha anche parlato di Scuola, Dad, di politiche agricole ed energetiche per ridurre le spese e la dipendenza dagli altri Paesi. Ha parlato di giovani e di lavoro e di sinergie progettuali didattico formative da attuare tra le aziende e la Scuola. E ancora, di supporti concreti per tutte quelle imprese che vorranno investire nel nostro Paese con l’obiettivo di creare occupazione, partendo da una riorganizzazione e riduzione dei costi del lavoro.

Per questo, ha affermato Salvini, “sarà necessario selezionare figure di altissimo profilo, capaci di svolgere al massimo, nei comparti ministeriali, cui saranno destinati, le loro competenze”.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Condividi su:
Foto dell'autore

Elvira Zammarano

Lascia un commento