Report vaccinazioni in Italia (NEW)
Coronavirus nel mondo (NEW)

Bari, usuraia arrestata, chiedeva interessi oltre il 300% annui

La Polizia di Stato ha arrestato una donna di 56 anni con l’accusa di usura aggravata e continuata (arresto che deve essere convalidato dall’autorità giudiziaria competente nel contraddittorio della difesa). La 56 enne è stata colta in fragranza di reato mentre all’interno di un bar riceveva parte della somma pretesa come restituzione di un prestito di 3.000 €, concesso a luglio dell’anno scorso ad un’anziana signora,  arrivato a 9.000 € da consegnare entro il prossimo venerdì.

Gli agenti si sono appostati nei pressi dell’esercizio commerciale dove preventivamente era stato piazzato un microfono per l’intercettazione ambientale d’urgenza, con provvedimento emesso dalla Procura di Bari, che ha consentito agli investigatori di monitorare l’incontro e il passaggio del denaro.

Successivamente la donna è stata fermata nei pressi della sua abitazione presso cui è stata eseguita una perquisizione su richiesta della Procura con l’intento di trovare ulteriori indizi a supporto dell’ipotesi di reato.

L’attività investigativa ha permesso di trovare e sequestrare numerosa documentazione contabile legata a presunti prestiti usurai e di scoprire alcune migliaia di euro di denaro contante, numerose carte di debito e credito, comprese le carte acquisti per il reddito di cittadinanza, intestate a terzi, probabilmente trattenute a garanzia dei prestiti.

Le indagini, sono ancora nella fase preliminare, ma proseguono per individuare eventuali altre vittime dell’usuraia che chiedeva per i suoi prestiti il 300% di interesse annuo.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Condividi su:

Lascia un commento