Report vaccinazioni in Italia (NEW)
Coronavirus nel mondo (NEW)

47enne di Bitetto, ubriaco, spacca il setto nasale alla moglie, davanti alla figlia 11enne

47enne di Bitetto, ubriaco, ha picchiato, incurante della presenza della figlia, la moglie fratturandole il setto nasale. 

Forse tornavano da una serata trascorsa in un locale, ma, sulla via del ritorno, mentre l’uomo guidava, ubriaco, ha cominciato a picchiare la moglie, in auto, davanti alla bambina che, disperata chiedeva aiuto telefonicamente ai parenti.

A fermarlo ci hanno pensato i Carabinieri della Compagnia di Modugno che lo hanno tratto in arresto poco dopo le due di notte, in seguito alla telefonata di un uomo, giunta alla Centrale Operativa del 112 di Bari, che raccontava di aver visto due donne, all’interno di una auto rossa, sulla SP67 in direzione Bitritto – Bitetto, chiedere aiuto disperatamente.

L’auto, guidata da un pregiudicato 47enne è stata subito intercettata e fermata nel centro abitato di Bitetto, ma senza le due donne a bordo. Invitato ad effettuare l’alcol test, dopo una serie di insulti e minacce contro i carabinieri, il 47enne ha finalmente accettato l’esame, risultando positivo con un tasso alcolemico superiore a 2,23 g/l.

Durante i controlli, è sopraggiunto il cognato del 47enne che, ha raccontato ai militari di aver trovato davanti casa sua, la moglie dell’uomo, in evidente stato confusionale, con il volto tumefatto e il vestito sporco di sangue, bisognosa di cure ospedaliere.

Acquisite le informazioni utili a ricostruire la dinamica dei fatti, dopo l’alcol test, i militari hanno perquisito anche l’abitacolo dell’auto, trovandovi due grammi di marijuana, un fazzoletto sporco di sangue sotto il sedile passeggero e diverse tracce ematiche, ancora fresche, sul cruscotto, sul sedile e vicino al freno a mano. Tutti segni della recente aggressione, consumata ai danni della donna.

Considerato l’elevato tasso alcolemico, il 47enne è stato accompagnato in caserma, con contestuale ritiro della patente e sequestro del mezzo. Nel frattempo i militari accertate le condizioni della vittima che presentava, a seguito delle botte, la frattura del setto nasale, hanno contestato all’uomo anche questo reato.

L’uomo, non contento, e soprattutto non accettando le contestazioni elevate, ha cominciato nuovamente a sbraitare, minacciando di morte gli stessi militari se non lo avessero lasciato andare con l’auto e la marijuana. Il 47enne pregiudicato, è stato arrestato con l’accusa di minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali aggravate ai danni della moglie.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Condividi su:

Lascia un commento