Report vaccinazioni in Italia (NEW)
Coronavirus nel mondo (NEW)

BAT, Ancora un’altra aggressione verso una donna presa a calci e a pugni dal convivente

L’ennesima aggressione verso una donna fermato da una pattuglia in servizio nella BAT

I poliziotti di una volante, alcuni giorni fa (il 5 settembre) l’hanno trovata in strada che correva disperata e in lacrime. Il loro tempestivo intervento, avvenuto dopo una chiamata al numero d’emergenza, ha fatto in modo che la lite tra la coppia non degenerasse ulteriormente. Dalle prime indagini, è emerso che l’uomo, un andriese di 42 anni, pluripregiudicato, già arrestato per reati contro la persona e contro il patrimonio, picchiava da tempo la convivente. Nella circostanza, la giovane ha raccontato di essere stata insultata e presa a calci mentre uno dei tre figli, il più piccolo, di appena di un anno e mezzo, dormiva in un’altra stanza. Gli altri invece, di 3 e 5 anni e mezzo, fortunatamente, erano  a casa dei nonni, a poca distanza da loro.

La lite tra i due, l’ultima di una lunga serie, sarebbe nata per futili motivi e degenerata in breve tempo in una violenta aggressione fisica. Il 42enne avrebbe colpito ripetutamente al volto la compagna e le avrebbe poi sferrato un calcio alle gambe. La donna comunque era riuscita a fuggire e a rifugiarsi dai genitori.

L’uomo era stato già arrestato nel 2019 per maltrattamenti in famiglia e verso i bambini, ma la donna, dopo il periodo di carcerazione lo aveva perdonato, per cui erano tornati a vivere insieme. Poi, giorno 5, l’ennesima brutale aggressione , pertanto l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Barletta Andria Trani ha dato esecuzione all’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento alla donna, disposta dal GIP di Trani, a carico del 42enne (ora ospite di un parente), a cui è stato applicato il braccialetto elettronico.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Condividi su:

Lascia un commento