Report vaccinazioni in Italia (NEW)
Coronavirus nel mondo (NEW)

Bari, ‘Pane e Pomodoro’, la spiaggia dei baresi e… dei topi (vivi e morti)

Carcasse e corpi di topi inerti o incontri ravvicinati tra i cespugli di ‘Pane e Pomodoro’ e finanche tra gli asciugamani prendisole. La storia infinita della malsana ‘condivisione’, tra umani e ratti, della cosiddetta spiaggia dei baresi, finirà mai?

Urge saperlo, perché su quella popolosa e popolare spiaggia bazzica quasi tutta la città. Intere famiglie, bambini, anziani, giovani e meno giovani. Tutti. Dunque, non è più tollerabile che alle soglie del 3° millennio, su uno spazio cittadino, oltremodo dedicato al benessere dei cittadini, paradossalmente si verifichino tali ‘incidenti’. A segnalarli, ancora una volta, gli attivissimi volontari di Gens Nova: la nota associazione nazionale, molto presente sul nostro territorio, guidata dal penalista Antonio La Scala.

Quest’estate, gli instancabili volontari, grazie ad un protocollo d’intesa siglato tra l’associazione e il Comune di Bari, hanno presidiato l’intera area, raccontando di furti e dell’avvistamento di grossi e ‘impavidi’ topi. La verità è che in quella zona basta anche un banalissimo temporale perché il mare antistante la spiaggia si riempia di puzzolente liquame fognario, per cui viene (semplicemente) vietata la balneazione per tre giorni. Così come non è la prima volta che si vedono passerelle di topi scorrazzare in lungo e in largo sulla battigia e ovunque.

Bari, ‘Pane e Pomodoro’, la spiaggia dei baresi e... dei topi (vivi e morti)

Per l’avvocato La Scala (e per noi)  è storia vecchia, dunque non sorprendiamoci, però, non abituiamoci neppure.

“Ieri – ha raccontato il penalista – durante uno dei nostri servizi effettuati sulle spiagge, c’è stato l’ennesimo ‘ritrovamento’, che noi abbiamo prontamente segnalato. Infatti, poco dopo sono arrivati gli addetti delle cooperative delle pulizie che hanno rimosso il grosso topo. Purtroppo, quest’anno – ha detto ancora La Scala – ma, del resto, come gli altri anni, la spiaggia è stata un via vai di topi. Questo è dovuto principalmente alla pioggia che genera il travaso del liquame degli sbocchi fognari nel mare, facendolo diventare altrettanta fogna. Ed è chiaro, che alla fine, esce di tutto. Insomma, è l’eterno problema di Pane e Pomodoro”.

Chiedo: ma siamo davvero sicuri che si tratta della spiaggia destinata a noi baresi…?

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Condividi su:

Lascia un commento