Report vaccinazioni in Italia (NEW)
Coronavirus nel mondo (NEW)

Estate barese, da agosto a settembre, 20 appuntamenti da non perdere con la ‘Festa del Mare’

L’estate barese, da agosto a settembre, si animerà con la ‘Festa del Mare’ giunta alla sua quarta edizione.

Promossa e finanziata dalla Regione Puglia, la ‘Festa del Mare’ è organizzata dal Teatro Pubblico Pugliese con la supervisione di Luca Scandale, coordinatore del Piano Strategico del Turismo Puglia. Una serie appuntamenti gratuiti, più di venti – tra festival, concerti e mostre – andranno in scena dal 9 agosto al 12 settembre, da Santo Spirito a Torre a Mare. Arrivata ormai alla sua quarta edizione la rassegna comprenderà tre eventi di straordinario interesse:

Dal 21 al 29 agosto, “Bari Piano Festival”, porterà in piazza San Nicola, sulla spiaggia di Pane e Pomodoro, nella corte del Castello Svevo, al Circolo della Vela nel teatro Margherita e sulla terrazza del Fortino Sant’Antonio i musicisti Dan Tepfer e Omar Sosa, Alexander Tharaud e Roberto Prosseda.

A Torre a Mare, i primi di settembre, ci saranno gli appuntamenti di “Bari in Jazz” , il 2 con “Mediterraneo Le Radici di un Mito” e  il 3, con Samuel Blaser Quartet.

Sempre a Torre a Mare, il 4 e 5 settembre, si svolgerà l’assegnazione del “Premio Nino Rota”, che consegnato a tre compositori di musica per cinema e tv: Pino Donaggio, Claudio Simonetti e Ntò.  

Inoltre i baresi avranno l’opportunità di ascoltare, dal 9 al 12 agosto a San Girolamo e Santo Spirito, i quattro concerti programmati da Bassculture che avranno come protagonisti: Gaetano Partipilo e Boom Collective, Kekko Fornarelli Trio & String Orchestra, Armstrong & The Moonwalkers, Serena Brancale Trio con Domenico Sanna e Dario Panza.

Infine sarà possibile ammirare la mostra di arte contemporanea di ‘Minimum Standards’ dell’associazione culturale Voga che raggrupperà sulla muraglia le opere di diversi artisti locali e internazionali espresse su 13 stampe digitali realizzate su tessuto da esterni.

Grande l’entusiasmo del sindaco di Bari, Antonio Decaro,  “Dopo la chiusura dei grandi luoghi dello spettacolo ha detto il primo cittadino –  è come se la città riaprisse le proprie porte alla cultura e questo fa ben sperare per il futuro”.

foto ANSA

Condividi su:

Lascia un commento