Report vaccinazioni in Italia (NEW)
Coronavirus nel mondo (NEW)

Taranto, Autisti Amat sospesi per presunti abusi su 21enne psicolabile

Otto Autisti Amat di Taranto avrebbero perpetrato ai danni della 21enne continui abusi sessuali tra i sedili dei bus di linea.

Un leggero disagio psichico ed il ‘gioco’ è fatto. Gli otto individui, tutti autisti dell’azienda di trasporto pubblico di Taranto, tra i 40 anni e i 62 anni, dopo aver bloccato le porte dei mezzi pubblici per impedire alla giovane di fuggire, avrebbero abusato di lei ripetutamente e per ben due anni. La 21enne, non ha avuto una vita facile, già all’età di 14 anni è stata vittima di un’altra violenza sessuale da parte di un conoscente, denunciato e poi condannato.

Oggi, a sollecitare e a convincere la 21enne a sporgere la nuova denuncia, per i presunti abusi sessuali subiti dagli autisti, è stato il fidanzato. La Procura che ha aperto un fascicolo sulla vergognosa vicenda, chiedendo per gli indagati gli arresti domiciliari, si è vista respingere la richiesta dal gip in carica che ha emesso a carico degli otto (per ora) un’ordinanza di divieto di avvicinamento alla giovane. Dal volgare palpeggiamento al rapporto completo di pochi minuti consumato tra i sedili di un bus ermeticamente chiuso, la ragazzina, la cui “fragilità – si legge negli atti – (era ) ben nota agli indagati, che non hanno esitato a piegare a strumento di soddisfazione e godimento per le loro voglie sessuali”.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Condividi su:

Lascia un commento