Home Cronaca I ‘Furbi dei vaccini’ e le indagini del Nirs, La Scala, “Domani le prime conclusioni”
Nirs

I ‘Furbi dei vaccini’ e le indagini del Nirs, La Scala, “Domani le prime conclusioni”

da Elvira Zammarano

È prevista per domani, in 3° Commissione consiliare della regione Puglia, su richiesta della consigliera pentastellata Antonella Laricchia, l’audizione del coordinatore del Nucleo Ispettivo Regionale Sanitario (Nirs), avvocato Antonio La Scala.   Il noto penalista rilascerà le prime dichiarazioni sul lavoro ispettivo svolto dal 27 dicembre al 15 febbraio relativamente alla campagna vaccinale tuttora in corso.

Sulle 196 mila somministrazioni già praticate, oggetto delle verifiche del Nirs finalizzate a scongiurare o a far emergere eventuali irregolarità, l’avvocato ha in consegna un dossier con tutti i dati raccolti che consegnerà direttamente al governatore Emiliano, la prossima settimana. Parallelamente all’indagine amministrativa, prosegue anche quella penale avviata dalla Procura di Bari sui cosiddetti ‘furboni’ dei vaccini, con 130 indagati, dei quali 53 raggiunti da avviso di garanzia e con 27 di loro che saranno ascoltati lunedì pomeriggio, dalle 15 alle 17, dal procuratore facente funzione Roberto Rossi, dall’aggiunto Alessio Coccioli e dal Pm che coordina gli accertamenti dei carabinieri del Nas Baldo Pisani.

Il punto è stabilire se gli indagati, molti dei quali sono dipendenti di studi medici della provincia, hanno violato le regole del piano vaccinale nazionale e il conseguente ordine di priorità delle categorie dei cittadini da vaccinare. Per tutti si ipotizzano i reati di false dichiarazioni sulla identità, truffa aggravata ai danni del Sistema sanitario nazionale e falso ideologico. Tra loro ci sono anche nomi noti della politica e della imprenditoria barese: Domenico e Luigi De Bartolomeo, il primo ex presidente di Confindustria Puglia, e Nicola Canonico, e il sindaco di Noicattaro Raimondo Innamorato, peraltro già interrogati lo scorso 30 aprile.

Articoli correlati

Lascia un commento