Report vaccinazioni in Italia (NEW)
Coronavirus nel mondo (NEW)

Capurso, ‘Nel nome di Alberto Burri’, dell’arte e di coloro che in questo credono

Altri credits nei titoli di coda del video, che vi invitiamo a guardare sul canale Montalcini Performances

Ancora e sempre la scuola in prima pagina. Stavolta però la circostanza è speciale perché si parla di eccellenza. Sapere che le nostre ragazze e i nostri ragazzi si sono distinti per capacità progettuale e bravura, sapere che il loro desiderio di conoscere e sperimentarsi, ha prevalso su tutto e nonostante tutto, non può che inorgoglirci.

Il richiamo va ai percussionisti Mattia, Mariantonietta, Anna, Giorgia e Carol, gli alunni di seconda media della scuola ‘Rita Levi Montalcini”, di Capurso, che sono stati insigniti, con il professore Giuseppe Di Pinto, di un importante riconoscimento intitolato ad Alberto Burri, alla cui arte i nostri giovani si sono ispirati per la realizzazione di una clip musicale.

Ma l’evento assume un ulteriore carattere di bellezza e straordinarietà proprio per gli ultimi accadimenti che hanno visto la scuola martoriata a causa della pandemia. Per questo, il premio di sabato 8 maggio 2021, ricevuto dalla Fondazione Palazzo Albizzini-Collezione Burri, nell’ambito della XXII edizione del Concorso Musicale Nazionale “Enrico Zangarelli”,  per la clip “Sounds… in the Name of Alberto Burri”, non può che essere dedicato all’intera scuola, all’arte, alla cultura, alla vita.

Al concorso, tenutosi a Città di Castello, in provincia di Perugia, dal 6 all’8 maggio, in modalità online, hanno partecipato una sessantina di scuole italiane con la presentazione di oltre 130 video.

“Per noi, questo premio non è solo la gratificazione del lavoro tenace che le ragazze e i ragazzi hanno svolto durante tutto l’anno – fa sapere la Dirigente scolastica Francesca De Ruggieri – ma rappresenta anche simbolicamente un momento di rinascita, di ritorno ad una scuola normale in cui tutti, alunne, alunni e docenti, possono sentirsi liberi di sperimentare percorsi formativi e di crescita, personale e intellettuale”.

“Il nostro grazie va anche alla nostra Amministrazione comunale  – dice il professore Di Pinto – che ha messo a disposizione risorse e spazi per la realizzazione del video, che rientra fra le attività formative del POFT 2021”.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

 

 

 

Condividi su:

Lascia un commento