Home Cronaca Sequestro di beni per 1 mln di euro a carico di 2 società di Adelfia e Turi
sequestro di beni

Sequestro di beni per 1 mln di euro a carico di 2 società di Adelfia e Turi

da Elvira Zammarano

I decreti di sequestro preventivo – emessi dal G.I.P.  del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura -costituiscono l’epilogo di articolate attività ispettive ed investigative effettuate dal I Gruppo Tutela Entrate del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bari, a carico di una società a responsabilità limitata di Adelfia, operante nel settore del riciclaggio dei rottami metallici, e di una ditta individuale di commercio al dettaglio di prodotti elettronici, sita a Turi.

I decreti di sequestro, pari a 1 milione di euro, hanno riguardato in via diretta, le disponibilità finanziarie delle imprese e, per equivalente, i beni dei rispettivi amministratori. Entrambi ora indagati a vario titolo, nel primo caso, per aver presentato dichiarazioni fraudolente tra il 2012-2016 e, nel secondo caso, per omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali I.V.A. per gli anni d’imposta 2017 e 2018.

Dalle indagini è emerso che la s.r.l. di Adelfia, tra il 2012 e il 2016, aveva prodotto false fatture a favore di imprese del territorio nazionale per operazioni inesistenti, con una conseguente evasione fiscale di 596.122,30 euro. Mentre la ditta individuale, aveva occultato la documentazione contabile ed aveva omesso la presentazione della dichiarazione I.V.A. del 2017 e 2018, con un’evasione di 341.536,57 euro.

In virtù della normativa che prevede la possibilità di un’applicazione della “confisca per equivalente”, la Procura ha avanzato richiesta del sequestro per impedire l’ulteriore illecito consolidamento del  vantaggio  economico  derivante  dall’evasione.  Pertanto, il G.I.P., accogliendo tale richiesta, ha emesso i decreti di sequestro preventivo dei beni nella disponibilità delle imprese e dei suoi amministratori, costituiti da beni immobili e vari rapporti finanziari.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

Articoli correlati

Lascia un commento