Home Lavoro Covid Fiera Bari, Cipriani, “Un pasticcio, e di assunzioni neppure l’ombra”
cipriani

Covid Fiera Bari, Cipriani, “Un pasticcio, e di assunzioni neppure l’ombra”

da Elvira Zammarano

Per il Segretario della O.S. GIL-Sanità Luigi Cipriani, si tratta dell’ennesimo tentativo di gestire la ‘cosa pubblica’, attraverso un metodo opaco e pressapochista. Oggetto di interesse è il reclutamento del personale da impiegare presso il neo padiglione Covid Fiera, che, secondo il segretario, sarebbe ad ora senza riscontro e ai livelli dell’(enfatica) urgenza iniziale. Infatti, il bando, che ha termine entro il 30 giugno, come afferma Cipriani, che, nel frattempo, ha chiesto ‘copia della delibera’ inerente le assunzioni del personale da impegnare presso il polo ospedaliero Covid fieristico, ad oggi, non ha trovato alcun adempimento.

cipriani

“Siamo in grado di fornire ampia documentazione su questo”, riferisce Cipriani. Perché, ciò che ci preme sapere è il motivo per cui, ad oggi, non sono in servizio i disoccupati aventi diritto, nonostante siano passati quasi due mesi dalla pubblicazione del bando del 21 febbraio 2021”.

“Visto che l’atto parla con chiarezza di un reclutamento urgente, a tempo determinato, con scadenza entro e non oltre il 30 giugno di quest’anno, cioè fra 2 mesi, vorremmo sapere – incalza Cipriani – perché siamo ancora al punto di partenza?”. E conclude, “Alla luce di tale grave e inconsueto comportamento ricordo che si potrebbero configurare un danno erariale e/o responsabilità penali, considerato che la procedura di reclutamento del personale avviato a mezzo di un’agenzia interinale comporta costi e senza dubbio, un ulteriore danno erariale per le casse della Regione Puglia”.

https://www.facebook.com/WideNewsNotizieDalWeb

cipriani

Articoli correlati

Lascia un commento