Home Cronaca Sannicandro e Bisceglie, intervento della polizia contro lo spaccio, sequestri e arresti
intervento

Sannicandro e Bisceglie, intervento della polizia contro lo spaccio, sequestri e arresti

da Elvira Zammarano

Due gli interventi, uno a Sannicandro di Bari e l’altro a Bisceglie, messi in atto, nei giorni scorsi, dalla Squadra Mobile della questura di Bari, coordinata dal questore Giuseppe Bisogno. Il primo intervento, eseguito dalla Sezione Criminalità Organizzata, supportata dall’ Unità Cinofila Antidroga ed Antiesplosivo, è stato effettuato presso un terreno incolto alla periferia di Sannicandro di Bari. I militari dopo aver notato un insolito via vai di gente recarsi presso il campetto hanno deciso di ispezionare l’area. Grazie al supporto dei cani antidroga e antiesplosivo, “Faro” e “Sally”, i militari hanno scoperto un contenitore in plastica artatamente incassato in un punto preciso del muretto a secco perimetrale. All’interno c’erano 6,5 chili di cocaina, 4 di hashish confezionata in panetti, alcune dosi di marijuana e materiale utile al confezionamento della droga. Inoltre, poco distante sono state trovate, e sequestrate, anche numerose munizioni calibro 7,62×39. L’attività di polizia è stata eseguita a carico di ignoti, mentre sono in corso accertamenti per capire se il materiale sequestrato appartiene ad uno dei clan attivi nel capoluogo pugliese.

intervento

intervento

Il secondo intervento di polizia, eseguito nell’ambito degli stessi servizi, svolto dai poliziotti della Squadra Mobile – Sezione Antidroga – e del Commissariato di P.S. di Corato, lunedì 12 aprile, ha portato all’arresto del 40enne, Alessandro PINTO e del 21enne Damiano UVA, entrambi pregiudicati. I due, sono stati sorpresi a bordo di una “Mercedes”, mentre giravano per le vie di Bisceglie, armati. Fermati per un controllo, hanno cercato (inutilmente) di disfarsi della pistola, una calibro 7,65 con matricola abrasa, passandosela reciprocamente di mano, nel tentativo di nasconderla sotto il sedile dal lato del passeggero. Il loro maldestro tentativo, non è sfuggito ai poliziotti che, nel corso della perquisizione del mezzo, hanno anche trovato (e sequestrato) uno scalda collo, un capellino e dei guanti. Il materiale è stato ora sottoposto ai relativi accertamenti investigativi per accertare se sia stato utilizzato in precisi episodi criminali. I due sono stati arrestati e condotti  presso la Casa Circondariale di Trani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Articoli correlati

Lascia un commento