Home Cronaca Bitritto, litiga col fratello, picchia i carabinieri e tenta la fuga in auto mettendo a rischio la vita di alcuni bambini
Carabinieri

Bitritto, litiga col fratello, picchia i carabinieri e tenta la fuga in auto mettendo a rischio la vita di alcuni bambini

da Elvira Zammarano

Una lite furibonda tra due fratelli che avrebbe preso una brutta piega se non fossero tempestivamente intervenuti i Carabinieri.

Il padre dei due giovani, esasperato, non riuscendo a dividerli, ha chiesto aiuto ai Carabinieri della locale stazione. I militari, subito intervenuti, sono riusciti a separare i due litiganti, ma a calmarne solo uno.

L’altro, infatti, 22enne, non solo non si calma, ma comincia a picchiare con calci e pugni i militari. Poi, non contento, tenta di fugge a bordo della propria auto, davanti alla quale, c’era fermo un gruppo di bambini sulle bici. Il giovane, non curante dei ragazzini, ancora accecato dall’ira, mette in moto l’auto nel tentativo di farsi strada. Ma viene subito raggiunto dai militari che hanno dovuto utilizzare lo spray urticante per fermarlo e per evitare una possibile tragedia.

Dopo essersi definitivamente calmato, anche grazie all’ausilio di personale medico, il 22enne è stato condotto in caserma e dichiarato in arresto per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Dopo la convalida è ritornato in libertà.

Articoli correlati

Lascia un commento