Home Cronaca Arma la mano del parente 12enne per far fuori il suo rivale
12enne

Arma la mano del parente 12enne per far fuori il suo rivale

da Anna Caprioli

Oltre che “assassino”, pure vigliacco. Aveva ordinato al parente 12enne di colpire a morte il giovane di 31 anni, con cui aveva auto una lite a causa di una ragazza. L’uomo, un 27enne del bresciano, senza farsi scrupoli, ha armato la mano del ragazzino con una pistola a tamburo con matricola abrasa. La “missione” che ha mandato all’ospedale in gravi condizioni il rivale, ha avuto, però, per il 27 enne, le conseguenze che evidentemente non si aspettava. Il 12enne vista l’età non è imputabile per la legge anche se la sua posizione è al vaglio della procura minorile. Mentre per il 27enne si attende la convalida del fermo con l’accusa di tentato omicidio e detenzione illegale di arma clandestina.

Articoli correlati

Lascia un commento