Home Costume e società Cellamare, con “STATTI TU!”, celebra la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, “Perché nessuno è diverso su questa terra”
Statti Tu!

Cellamare, con “STATTI TU!”, celebra la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo, “Perché nessuno è diverso su questa terra”

da Elvira Zammarano

Anche quest’anno, il 2 aprile, tutto si colorerà di blu. Definito il più “freddo” tra i colori freddi, il blu è anche simbolo di equilibrio e profondità interiore. Ed è a questa apparente contraddizione a cui si è ispirato l’Onu, quando, nel 2007, decise di istituire la “Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo”. Il fine era di sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale, ad una maggiore conoscenza sui diritti di chi, apparentemente impenetrabile, è affetto da tale disagio. Del resto, dati alla mano, il disturbo autistico, non può e non deve essere più ignorato, né tanto meno sottovalutato, poiché, nell’ultimo rapporto dei Centri per la Prevenzione e il Controllo delle malattie (CDC), si stima (approssimativamente) che circa 1 bambino su 68, in età scolare, presenta questo disturbo, con una netta prevalenza maschile.

Statti Tu!

Da quel lontano 2007, se ne è fatta di strada, perchè, sui territori sono nate tante associazioni che, con il loro contributo, non solo hanno portato avanti l’iniziale progetto Onu, ma hanno dato e danno tuttora un concreto supporto alle famiglie in difficoltà. E non è poco se, l’anno scorso, in pieno lockdown, peraltro non ancora concluso, queste associazioni hanno notevolmente incrementato il loro impegno, e se sui territori, ne sono nate altre, con lo scopo proprio di contrastare l’inevitabile esclusione sociale causata dalla pandemia. Di fatto, le buone pratiche dell’ inclusione, diventano il focus delle attività di queste associazioni, in opposizione proprio alla scarsa o assente comunicazione e interazione (sociale) degli autistici.

Per cui, grande merito all’associazione “Statti Tu!” – nata a Cellamare (BA) nel 2020 – che, nel sottolineare le difficoltà vissute dalle famiglie colpite dall’autismo, è diventata, per queste, un punto di riferimento in un periodo così difficile. Ma un grande riconoscimento va, oggi, anche alle istituzioni che, con Statti Tu!, per la ricorrenza del 2 Aprile, hanno patrocinato la “produzione” di un video straordinario. In modo particolare, il nostro grazie va ad ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani), e alla sua sezione pugliese, nello specifico al Presidente Anci Puglia, Domenico Vitto, sindaco del Comune di Polignano – “Come Sindaco e come Presidente ANCI non potevo che rispondere “presente” –, e al Coordinatore Regionale Anci Puglia, Gianluca Vurchio, Sindaco di Cellamare, “Il disturbo dell’autismo non va solo ricordato o visto come problema, ma va considerato come un’opportunità di guardare il mondo da un altro punto di vista, avviando sui propri territori ogni iniziativa utile a ridurre le diversità. Perché nessuno è diverso su questa terra”.

Nel video, sulle note della colonna sonora “Forrest Gump”, suonata dalla pianista Mafalda Baccaro e dal saxofonista Rocco Vergine, viene riportato il testo di una lettera scritta da un genitore speciale (e vice presidente di Statti Tu!). Parole ineffabili e delicatissime che vengono animate dalle voci dell’attore Vito Di Leo, dei sindaci, Vitto e Vurchio e degli assessori ai servizi sociali Francesco Di Gioia e Doriana Stoppa, rispettivamente dei Comuni di Cellamare e Polignano.

Video visibile e scaricabile al link: https://youtu.be/ENOb-okA4Gk

Ricordiamo che domani mattina, presso il Comune di Cellamare, precisamente nell’area antistante l’istituto “Nicola Ronchi”, sarà allestita una struttura a forma di tassello di puzzle realizzata con 400 palloncini blu che, con il trillo della campanella d’ingresso a scuola, celebreranno l’apertura della giornata. Tutto si concluderà alle ore 19, con l’illuminazione in “blu” della maestosa torre civica dell’orologio, in Piazza Don Bosco, di fronte alla chiesa matrice della SS. Annunziata di Cellamare, che sarà curata dai volontari della stessa associazione. Perché “Il blu è anche il colore del mare e del cielo, spazi incredibilmente belli e pieni di sorprese proprio come i nostri ragazzi che racchiudono un mondo fantastico tutto da scoprire”, Elena De Natale, volontaria di Statti tu!

Statti Tu!

Articoli correlati

Lascia un commento