Home Costume e società Apre “Portoneria Adriatica”, uno sportello per la costruzione dell’“Ecomuseo Gabbiano”
ecomuseo

Apre “Portoneria Adriatica”, uno sportello per la costruzione dell’“Ecomuseo Gabbiano”

da Elvira Zammarano

Il nostro patrimonio territoriale e culturale, tra continuità e cambiamento, legalità, promozione e inclusione sociale, custodite in un Ecomuseo. Per saperne di più, l’appuntamento è mercoledì, 31 marzo alle 17 in punto, sulla piattaforma meet, all’indirizzo, https://meet.google.com/dqi-ekbw-yej

L’ incontro sarà dedicato al ricordo di Nino Lavermicocca

La video conferenza è curata dall’associazione culturale “Locomotion”, con sede a Torre a Mare, ed è sostenuta dal Comitato per la Tutela del Territorio Area Metropolitana di Bari, il cui presidente, Donato Cippone, ha espresso le diverse motivazioni di interesse, “Il nostro obiettivo – ha detto Cippone – è la realizzazione di attività che favoriscano l’aumento della legalità nelle aree ad alta esclusione sociale con relativo miglioramento del tessuto urbano”, ma, “E’ anche la riscoperta, e quindi la conoscenza, la tutela e la promozione, di quel patrimonio culturale, che permane nella memoria collettiva di una comunità ed in quanto tale, disegna e fonda l’identità di un luogo e il senso di appartenenza a quel luogo”. “Il progetto – ha poi concluso il presidente – ha pure valenza educante e trasversale in quanto mira al benessere dei bambini e degli anziani. La necessità di pensare ad interventi di life-long-learning per migliorare la qualità della vita delle persone, al di là dell’età lavorativa, oggi è diventata la priorità”.

Ai saluti istituzionali di
Paola Romano, Assessore Politiche educative, giovanili e Città universitaria,
Ines Pierucci, Assessore Culture, Marketing territoriale e Turismo
Lorenzo Leonetti, Presidente 1° municipio del Comune di Bari
Luigi Leotta, Direttivo Società Italiana Protezione Beni Culturali di Puglia

Seguiranno gli interventi dei relatori
Francesca Radina – già Funzionario Archeologo della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Bari, Insediamenti antichi sul territorio di Torre a Mare
Donato Coppola – Paletnologo già Professore dell’Università degli Studi di Bari, La Grotta della Tartaruga: la scoperta archeologica
Giuseppe Galasso – Ass. Infrastrutture, Opere pubbliche, Mobilità sostenibile e Accessibilità,Integrazioni e compatibilità tra infrastrutture, salvaguardia e valorizzazione dei beni culturali
Barbara Valenzano – Direttore Ufficio Paesaggio Regione Puglia, La valorizzazione e recupero del paesaggio costiero, della Lama Giotta e Lama San Giorgio
Michele Montemurro – Delegato del Rettore Poliba nella Consulta Regionale per gli Ecomusei, L’ecomuseo come strumento di Resilienza Trasformativa
Giuseppe Poli– Presidente A.C. Locomotion, EcoMuseo diffuso sulla costa a Sud-Est di Bari con Lama Giotta e Lama S. Giorgio
Lucia Giordani – Docente di Scienze per il laboratorio «LIVE» di educazione ambientale
Nino Greco – Presidente ArcheoClub “Italo Rizzi” di Bari, Il ruolo delle associazioni finalizzato alla valorizzazione, fruizione e gestione dei beni culturali

La sede di “LOCOMOTION” è il primo emporio alimentare di fine ‘800 del borgo marinaro, qui, verranno elaborati i dati che saranno esposti nella cornice di Torre Pelosa, con l’evento permanente “Genius Loci”, dove si potranno conoscere gli effetti di questa costante ricognizione e le fasi di avanzamento della costruzione dell’Ecomuseo. 

Per Info: Giuseppe Poli 3755544768

Articoli correlati

Lascia un commento