Home Costume e società Una raccolta di brani “inediti” direttamente dalle stelle

Una raccolta di brani “inediti” direttamente dalle stelle

da Elvira Zammarano

Si tratta di una compilation, curata dalla Nasa, di brani stellari, galassie e buchi neri.  Brani inediti, provenienti dunque dall’universo. Delicate e ineffabili, le note universali si intrecciano e susseguono dando luogo ad un’armonia musicale mozzafiato. Sconfinata. Ed è proprio questa mancanza di confini che ce la fa apparire lontana e inaccessibile, quasi distante. Un pò come quei temperamenti, alteri e sofisticati.

Ma a renderla più vicina a noi, ci ha pensato la scienza e in particolare i ricercatori della Nasa. Infatti, l’incantevole performance, altro non è, che la raccolta di report forniti dall’osservatorio a raggi X Chandra, dell’agenzia spaziale americana e da Hubble e Spitzer, stratosferici telescopi che utilizzano l’infrarosso, per trasformare in note, i dati ottenuti. “Senza modificare il contenuto originale dei dati è possibile convertirli in una nuova forma che chiunque possa anche ascoltare, oltre che vedere”, hanno spiegato gli studiosi.

(video Ansa)

Articoli correlati

Lascia un commento