Home Cronaca Modugno, nascondeva droga nell’atrio di un rudere, arrestato 20enne
20enne

Modugno, nascondeva droga nell’atrio di un rudere, arrestato 20enne

da Anna Caprioli

Ieri sera i Carabinieri di Modugno hanno arrestato un 20enne del posto per detenzione e spaccio di droga. Il giovane pusher aveva creato all’interno di un cortiletto attiguo ad una palazzina del centro storico di Modugno il suo quartier generale per la vendita al minuto della droga.

Preoccupati e infastiditi per il continuo via vai dei tanti assuntori che frequentavano la zona, i residenti e i commercianti del luogo, hanno allertato le forze dell’ordine. I carabinieri dopo una serie di accertamenti hanno fermato e perquisito il ragazzo che è stato trovato in possesso di 3 dosi di marijuana, sufficienti solo a far scattare la segnalazione in Prefettura come assuntore.

Ma l’atteggiamento del giovane non ha convinto i militari che hanno deciso di continuare gli accertamenti scoprendo che nel pomeriggio, il pusher entrava in un vicoletto di Corso Umberto in compagnia di un altro ragazzo, per uscirne poco dopo da solo. L’appostamento dei militari ha poi portato a scoprire che il 20enne una volta entrato nel vicolo, scavalcava una recinzione per introdursi in un cortile di un immobile abbandonato dove aveva nascosto diversa sostanza stupefacente.

Sottoposto ad una ulteriore verifica, i carabinieri, nel tardo pomeriggio, lo hanno nuovamente visto all’opera nello stesso posto in compagnia di un altro ragazzo. Questa volta i militari lo hanno bloccato con in mano una busta contenente 40 grammi di hashish e 96 grammi di marijuana, già frazionati in dosi e pronti per il commercio al dettaglio, oltre ad un bilancino, materiale vario per il confezionamento e 190 euro, ritenuti provento di attività illecita. Dopo il sequestro del materiale illecito, il 20enne è stato arrestato presso il carcere di Bari.

Articoli correlati

Lascia un commento