Home Cronaca Droga a Santeramo, il blitz dei CC e la denuncia dell’ex moglie del boss
Santeramo

Droga a Santeramo, il blitz dei CC e la denuncia dell’ex moglie del boss

da Elvira Zammarano

Nella rubrica del telefono lo aveva memorizzato con il nome di “Giuda” e, con lo stesso nome lo ha poi denunciato ai carabinieri del luogo. Si tratta dell’ex moglie di Michele Lapalombella, pregiudicato 47enne, a capo del gruppo criminale che gestiva il fiorente mercato della droga di Santeramo in Colle.

È stata dunque l’ex moglie del boss di Santeramo, da cui la donna si stava separando, a far partire l’operazione dei carabinieri “Abracadabra” che ha portato agli arresti in carcere del  pregiudicato Michele Lapalombella, del 31enne Renzo Valentino Lanzolla, del 40 enne Martino Pesce e del 43 enne Giuseppe Moschetta, oltre a due arresti ai domiciliari a carico di Erasmo Petragallo e Antonio Martino, rispettivamente di 47 e 34 anni e a tre provvedimenti di divieto di dimora nella città, per il 54enne Antonio Capece, il 32enne Gaetano Digirolamo e la 34 enne Musa Nanushi.

Ma gli accertamenti – condotti dal pm Michele Ruggiero – che hanno portato a ricostruire la rete degli acquirenti, soprattutto giovanissimi provenienti anche dalle province di Taranto e Matera, continuano. Così come ha riferito il procuratore aggiunto di Bari Alessio Coccioli, che ha definito “coraggiosa” la denuncia della donna. Attualmente le persone indagate sono 15.

Articoli correlati

Lascia un commento