Home Scuola Scuola Puglia, si torna in aula, lo decidono Tar e associazione consumatori
Scuola

Scuola Puglia, si torna in aula, lo decidono Tar e associazione consumatori

da Elvira Zammarano

La recente ordinanza di Emiliano è stata sospesa da un decreto cautelare monocratico in seguito ad un nuovo ricorso presentato da un’associazione di consumatori.

Ricomincia, dunque, il tira e molla tra Tar di Bari, associazioni di consumatori e regione Puglia, peccato che al centro di tutto ci siano studenti e personale della scuola, i veri protagonisti di questa assurda vicenda. Dunque, si ritorna tra i banchi, perché il Tar, accogliendo il ricorso presentato da un’associazione di consumatori, ha dato ragione ad un gruppo di genitori, che ha chiesto l’immediato rientro dei ragazzi in classe.

Ricordiamo che quest’ultima ordinanza prevedeva lo svolgimento delle lezioni in didattica a distanza (DAD), eventualmente da combinare con quella integrata (DDI) ma solo in caso di necessità e sempre con una quantità di studenti in presenza inferiore al 50% e che è il risultato (anche) di una lunga e laboriosa “trattativa” e conseguente accordo raggiunto tra i vertici preposti della Regione Puglia e la maggior parte delle sigle sindacali del comparto scuola.

Se dietro non ci fosse l’ombra sinistra del Covid, potremmo includere questa vicenda tra le telenovele più avvincenti degli ultimi tempi.

Articoli correlati

Lascia un commento