Home Cronaca Bari, Un week end di controlli “Ad Alto Impatto”, l’operazione della Polizia
week end

Bari, Un week end di controlli “Ad Alto Impatto”, l’operazione della Polizia

da Elvira Zammarano

In questo week end, oltre 50 persone sono state controllate dalla Polizia di Stato nell’ambito dell’operazione “Ad Alto Impatto”. Il servizio di controllo della questura di Bari, disposto per verificare il rispetto delle norme anti-Covid, che ha portato ad un arresto e a tre denunce.

In pieno centro città, precisamente, in piazza Giulio Cesare, sono state sanzionate diverse persone che stazionavano, senza validi motivi. Nel quartiere Libertà, dopo diverse segnalazioni per rumori e chiasso, alcune volanti della Polizia hanno sorpreso 10 persone riunite all’interno di un circolo privato, mentre giocavano a carte senza indossare i dispositivi di protezione. Tutti sono stati sanzionati.

Ieri pomeriggio, due cittadini georgiani sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di furto aggravato e sanzionati per violazione delle norme anti-Covid. Dopo essersi introdotti in un negozio d’abbigliamento ubicato in centro città, sono stati fermati dal personale di sorveglianza mentre cercavano di superare le barriere antitaccheggio senza pagare 200 euro di merce, appena sottratta. Uno dei due è anche risultato inottemperante al decreto di espulsione emesso dal questore di Foggia lo scorso mese.

Sempre nel week end, un automobilista è stato multato per violazione del codice stradale e ben 25 esercizi commerciali sono stati sottoposti ad accertamenti. In pena notte sono state elevate altre sanzioni a carico di 2 persone che giravano senza validi motivi per le vie cittadine.  Sempre nella nottata, due giovani, sono stati fermati dai poliziotti, mentre viaggiavano a bordo di un ciclomotore. Appena gli agenti si sono avvicinati per chiedere i documenti identificativi, i due ragazzi, di 20 e 16 anni, hanno abbandonato il mezzo per darsi a precipitosa fuga.

Rincorsi e bloccati, il 20 enne nascondeva un coltello con una lama di 16 cm. Inoltre, ulteriori accertamenti, hanno permesso di scoprire che la moto era stata recentemente rubata. Entrambi sono stati sanzionati per violazione delle norme anti-Covid, il 20 enne è stato arrestato ai domiciliari per resistenza a pubblico ufficiale, porto abusivo di armi e ricettazione, mentre il minore, denunciato in stato di libertà, ed affidato ai familiari.

Articoli correlati

Lascia un commento