Home Salute Manna, “Fateci sapere quando vi occuperete di noi” e intanto Taranto piange Federica
Federica

Manna, “Fateci sapere quando vi occuperete di noi” e intanto Taranto piange Federica

da Elvira Zammarano

Cinque anni appena compiuti e un sorriso già segnato dalla sofferenza. Indimenticabile Federica. La bimba che ha lottato con tutte le sue forze contro un tumore al cervello scoperto un anno fa, si è spenta all’ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari, vinta anche dal Covid.

Federica lo aveva contratto una ventina di giorni fa e il suo organismo, già fortemente provato, non ha retto all’aggressione del virus e a nulla sono valsi i tentativi dei medici di rianimarla.

La notizia della sua morte ha fatto il giro del web, “Adesso che gli alberi di Natale sono spenti, così come le luci sfavillanti della nostra città, vogliamo informarvi che un altro fiore si è spezzato, questa mattina, troppo presto. E che altri ancora appassiranno, soffocati dal fumo e dall’indifferenza di una città incapace di tutelare la salute dei propri figli. Di una bambina che nella calza della befana ha trovato solo carbone”.

A scriverle in un post con una rosa bianca, a lei dedicata, il gruppo Protezione civile Era Magna Grecia. La piccola aveva subito una serie interventi chirurgici ed era in cura presso il Giovanni XXIII di Bari e il Bambin Gesù di Roma da diverso tempo. Appena la notizia della morte della bambina è circolata in rete si è alzato un coro unanime di sdegno verso quelle istituzioni che tanto hanno promesso ma che poco hanno fatto per risanare un territorio quotidianamente violato dall’inquinamento.

“Fateci sapere quando avete intenzione di occuparvi del nostro danno sanitario”, ha detto Luciano Manna, attivista ambientalista e blogger, rivolgendosi direttamente al presidente del Consiglio Conte.

Articoli correlati

Lascia un commento