Home Cronaca Bari e Bat sotto la lente dei Carabinieri, per dire no ai botti illegali

Bari e Bat sotto la lente dei Carabinieri, per dire no ai botti illegali

da Elvira Zammarano

Arresti, sequestri e denunce, questo è l’esito della instancabile attività dei Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, effettuata a cavallo tra il 31 dicembre e il 1° gennaio 2021.

 

I territori di Bari e provincia e della Bat sono stati setacciati minuziosamente grazie anche l’aiuto dei militari del Nucleo Eliportato “Cacciatori di Puglia”, dal Nucleo Cinofili di Modugno (BA) e dai Carabinieri di Trani e Bisceglie.
E proprio a Bisceglie due uomini sono stati arrestati per detenzione illegale di materiale esplodente e droga. Si tratta di D.T.R. e L.G., di 35 anni, sorpresi, rispettivamente, con 10 g di cocaina, nascosta all’interno di un locale attinente l’abitazione di cui l’uomo aveva l’accesso esclusivo e dove usava intrattenersi con gli amici. L’altro arrestato, L.G., già denunciato nel 2017 per il possesso di una bomba carta durante una competizione sportiva, questa volta ne deteneva 25 e sempre di produzione artigianale (tipo cipolla), del peso lordo di 180 grammi cadauna e 3 batterie di tubi da lancio, contenenti complessivamente 974 grammi di polvere da sparo. Sul posto sono intervenuti anche gli artificieri del Comando Provinciale Carabinieri di Bari che dopo aver attestato la pericolosità degli artifizi rudimentali, hanno messo in sicurezza l’area. L.G. è stato arrestato ai domiciliari, mentre D.T.R., trasferito presso il carcere di Trani.
Altri 30 artifici pirotecnici illegali, contenenti 1 kg e mezzo di miscela esplosiva e 9 ordigni artigianali complessivamente da 1 Kg e 200 g sono stati sequestrati a Trinitapoli dai Carabinieri della locale Stazione. Il proprietario di tale armamentario, B.G., 20enne del posto, è stato tratto agli arresti domiciliari.
Anche a Modugno, i Carabinieri hanno arrestato due persone, un 48enne, trovato con 500 ordigni esplosivi del peso di 7 Kg e 800 g e un 44enne, fermato con 10 dosi tra marijuana, hashish e cocaina, oltre al materiale idoneo al confezionamento. Inoltre, nello stesso paese, è stato denunciato a piede libero un 61enne, pregiudicato, che, a bordo di un furgone trasportava 2 confezioni contenenti 20 petardi, illegali, 2 batterie di tubi da lancio da 36 pezzi ciascuna e 1 tubo da lancio da 100 pezzi.
Mentre nel quartiere barese Libertà, un ragazzo, sorpreso da una pattuglia a lanciare petardi sulla pubblica via, è stato bloccato e perquisito. Il giovane nascondeva 10 artifizi pirotecnici illegali. Alla vista dei militari ha cercato di disfarsi del materiale esplodente ma è stato raggiunto, identificato e denunciato a piede libero. A Sannicandro, infine, i Carabinieri hanno denunciato, sempre a piede libero, un altro giovane di 18 anni, sorpreso con 6 petardi di fattura artigianale e di 1 cassetta di pericolosi e fuochi pirotecnici.

Articoli correlati

Lascia un commento