Home Costume e società Mauro Sasso, ProNatura, Bisceglie, “Chiediamo accesso agli atti di Orto Schinosa”
Mauro Sasso

Mauro Sasso, ProNatura, Bisceglie, “Chiediamo accesso agli atti di Orto Schinosa”

da Elvira Zammarano

Mauro Sasso, presidente dell’associazione Pro Natura chiede agli amministratori comunali di saperne di più su gara e gestione dell’orto

“Abbiamo sempre avuto un atteggiamento propositivo e collaborativo, così come dimostrano le numerose iniziative e le manifestazioni realizzate in tanti anni con le associazioni, le realtà imprenditoriali territoriali e gli istituti scolastici” – afferma Mauro Sasso, Presidente dell’Associazione Pro Natura. “Per questo invitiamo all’Amministrazione a condividere, sin da subito, tutte le opportunità di miglioramento ed implementazione del progetto esecutivo e per raggiungere questo obiettivo chiederemo di accedere agli atti che riguardano il bando di gara e la gestione dell’Orto Schinosa”.

Il presidente di Pro Natura non le manda certo a dire e senza mezzi termini chiede all’Amministrazione di Bisceglie, spiegazioni esaustive sui motivi che hanno spinto il Comune ad ignorare la loro proposta progettuale relativamente al bando del GAL PonteLama pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 122 del 24-10-2019.

Nel bando vengono chiarite le possibilità di utilizzare il verde destinato alla collettività in due modi, come “orto didattico” oppure come “orto urbano”, distinguendone le finalità, pertanto, si legge: le “aree verdi all’interno dei plessi scolastici o su appezzamenti di terreni resi disponibili da enti pubblici, destinate alla formazione degli studenti a pratiche ambientali sostenibili e all’educazione agro-alimentare”, sono orti didattici, mentre gli orti urbani, sono “tasselli verdi all’interno dell’agglomerato cittadino, che vengono suddivisi in particelle da assegnare a singoli cittadini o ad associazioni con lo scopo di contribuire al recupero di aree abbandonate o sottoutilizzate dalle città, configurandosi come innovativi elementi del paesaggio urbano contemporaneo e come possibile strumento di aggregazione sociale”.

A tal proposito, il presidente di Pro Natura, menziona anche la P.E.C. PROT. 2019-42-U inviata al Comune il 4 dicembre 2019, dove emergeva la proposta dell’associazione (e in risposta al bando): che orto Schinosa fosse destinato a fini didattici e naturalistici, anche per fornire ai giovani del posto un’opportunità per avvicinarsi al mondo dell’agricoltura.

Oggi, per Pro Natura, si parla invece già di progetto esecutivo e di interventi in tre parchi della Città, “Purtroppo – afferma Mauro Sasso – apprendiamo solo dalla stampa che esisterebbe un progetto esecutivo che prevede interventi in tre parchi della Città: il giardino botanico Veneziani-Santonio, il parchetto di via Verdi e il parco urbano di Lama Cappuccini. “Quindi –  ribadisce Sasso – oggi constatiamo che il progetto è stato già redatto e che prevede un “orto urbano”, diverso da dall’orto didattico da noi auspicato, il quale, stando alle dichiarazioni pubbliche, dovrebbe essere realizzato con interventi strutturali importanti”, a questo punto, chiede il presidente, “Perché la nostra proposta progettuale è stata ignorata oppure, vorremmo sapere se è stata presa in considerazione almeno parzialmente e come mai la nostra richiesta di incontro con gli Amministratori della Città non è andata a buon fine? Ecco – conclude Sasso – vorremmo capire questo, perciò chiediamo che ci venga fornita la documentazione necessaria che risponda a tutte le nostre domande”.

Articoli correlati

Lascia un commento