Home Cronaca Azienda casearia raggiunta da provvedimento interdittivo antimafia
Azienda

Azienda casearia raggiunta da provvedimento interdittivo antimafia

da Elvira Zammarano

L’azienda di Gioia del Colle (BA), era stata già raggiunta, nel 2016, da un simile provvedimento interdittivo, impugnato poi al TAR Puglia e tuttora in fase di definizione.

I Carabinieri del Nucleo Informativo del Comando Provinciale di Bari, hanno dato esecuzione ad un decreto di informazione antimafia, ai sensi dell’art. 91 del D.Lgs n. 159/2011 e ss.mm., emesso dalla Prefettura di Bari, nei confronti di S.P., 46 enne, rappresentante legale di un’azienda di prodotti caseari. Il provvedimento nasce a seguito di una complessa attività d’indagine, svolta dai Carabinieri sulla società in questione, che ha consentito di scoprire la presenza di due soci all’interno dell’azienda frequentanti elementi di spicco del  clan barese “PARISI”. Tra l’altro, uno dei due soggetti è stato condannato in via definitiva per i reati di estorsione, rapina, e truffa e, con l’altro socio, indagato in un altro procedimento penale in corso ed in attesa di giudizio. Le indagini hanno rivelato le modalità operative dei due malavitosi che avrebbero costretto, con minacce di ritorsioni fisiche, facendo riferimento al clan, un rivenditore di prodotti caseari a ricevere quantitativi inferiori a quanto dichiarato e a corrispondere il denaro di cui era debitore.

Articoli correlati

Lascia un commento