Home Salute Covid, dal Regno Unito non solo la “variante”, ma anche una nuova terapia
Covid

Covid, dal Regno Unito non solo la “variante”, ma anche una nuova terapia

da Elvira Zammarano

Un farmaco che preverrebbe la malattia con una immunità dai 6 ai 12 mesi. Si tratta di una nuova sperimentazione (storm chaser) a base di anticorpi nata ultimamente in Gran Bretagna. “Ad oggi – ha detto la virologa dell’University College London Hospitals NHS Trust (UCLH), Catherine Houlihan responsabile del progetto, – abbiamo somministrato il farmaco a 10 soggetti partecipanti, personale, studenti e altre persone, che sono stati esposti al virus a casa, in un ambiente sanitario o in aule studentesche”. “Se riuscissimo a dimostrare che questo trattamento funziona e può evitare che le persone esposte al virus arrivino a sviluppare la malattia legata al Covid-19 – afferma – si aggiungerebbe un ulteriore elemento all’arsenale di armi che viene sviluppato per combattere questo terribile virus”.

La notizia è stata riportata dal Guardian dove si spiega che la terapia, messa a punto dall’UCLH e AstraZeneca, la stessa società farmaceutica che con l’Università di Oxford, ha creato uno dei vaccini da utilizzare contro il coronavirus, potrebbe essere adottata in tutti quei casi a rischio per fragilità, nelle emergenze e negli ospedalizzati. Tra l’altro, si legge nell’articolo, la sperimentazione potrebbe anche essere applicata con lo scopo di contenere i temutissimi focolai e nelle famiglie dove almeno un componente sia risultato positivo.

La sperimentazione del nuovo farmaco – un cocktail di anticorpi che dovrebbe proteggere dal Covid per un periodo ragionevolmente lungo  – prevede che ai pazienti scelti per lo studio debbano essere somministrate due dosi consecutivamente e che una volta ricevuta l’approvazione dal ministero della Sanità britannico –  si ipotizza ad aprile –  il farmaco possa essere dispensato a chi è stato esposto al Covid negli otto giorni precedenti.

Articoli correlati

Lascia un commento