Home Cronaca 19 enne di Noci agli arresti domiciliari per spaccio di droghe leggere
19 enne

19 enne di Noci agli arresti domiciliari per spaccio di droghe leggere

da Manuela Capozzi

Ieri sera, un 19 enne, D.M. ,di Noci è stato tratto in arresto, stando a quanto disposto dall’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Bari, a firma del G.I.P. Dr. Giovanni Anglana che ha condiviso le risultanze investigative condotte dai militari della locale Stazione Carabinieri sotto la direzione del Pubblico Ministero dr. Francesco Bretone.

Il 19 enne, sotto indagine dal 2 Aprile scorso, giorno in cui, durante un giro di controllo effettuato in borghese, i Carabinieri avevano notato in una villetta di Noci, abituale luogo di ritrovo di numerosi giovanissimi, un traffico sospetto. I militari ,procedendo subito a dei controlli, in quella  circostanza ,sorpresero un 17 enne con un pezzo di hashish del peso di 20 grammi nascosto negli slip. La droga gli era stata ceduta poco prima proprio dal 19 enne, D.M., che, quel 2 Aprile, fece in tempo ad allontanarsi immediatamente dalla villetta e a sfuggire ai militari. Nonostante il tentativo di fuga, il 19 enne ,è stato, poco dopo, rintracciato presso la sua abitazione e sottoposto a perquisizione personale e domiciliare che consentirono di rinvenire solo tutto il materiale necessario al confezionamento delle dosi.

Da quel giorno i Carabinieri hanno approfondito le indagini, avendo sottoposto a sequestro il telefono del 19 enne.

La lista ottenuta, ha permesso di costruire e di verificare la presenza, tra i contatti, di assuntori di droghe leggere, individuando ben 11 giovani del luogo, tra cui un minorenne, tutti segnalati all’Ufficio Territoriale del Comando di Bari. 

E’ stato facile ricostruire l’attività di spaccio del soggetto e rintracciare la lista dei suoi clienti, tutti giovanissimi di Noci ,già conosciuti come assuntori di sostanze stupefacenti, prevalentemente di  hashish e marijuana.

Sulla base delle indagini condotte, il magistrato ha indubbiamente qualificato come grave il reato messo in atto dal 19 enne, ma considerata la sua giovane età e la mancanza di precedenti penali, ha disposto per il giovane la misura cautelare degli arresti domiciliari.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento