Home Scuola Scuola, Prefettura, i Presidi “Vogliamo partecipare ai prossimi lavori”
Presidi Prefettura

Scuola, Prefettura, i Presidi “Vogliamo partecipare ai prossimi lavori”

da Elvira Zammarano

Una richiesta legittima se pensiamo che i Dirigenti scolastici, insieme ai docenti, sono coloro che conoscono meglio le esigenze della scuola e del territorio.

Ora che la questione “scuola” passerà nelle mani delle Prefetture, dove verrà istituito un tavolo di consultazioni per la condivisione, con gli altri enti, di un piano per ripartire in  sicurezza dopo il 7 gennaio,  alcuni presidi chiedono di partecipare ai  lavori.

Il tavolo prefettizio sulla scuola,  come specificato nell’ultimo decreto, dovrà occuparsi non solamente dei trasporti ma anche della “definizione del più idoneo raccordo tra gli orari di inizio e termine delle attività didattiche”.

Al tavolo siederanno anche i vertici dell’Ufficio scolastico regionale, ma, dicono i Presidi, “Si tratta sempre di una rappresentanza del ministero e non di chi è sempre stato come noi in prima linea. Ci lascia meravigliati che non siamo stati coinvolti ufficialmente e chiediamo di essere ascoltati per evitare che su trasporti e orari si perda altro tempo come quest’estate. Del resto – concludono – il fatto che questo compito sia stato affidato ai Prefetti con una capacità impositiva ben maggiore, significa che a differenza delle scuole, gli altri enti non hanno lavorato al meglio”.

 

Articoli correlati

Lascia un commento