Home Scuola Scuola, Di Meglio “Basta propaganda, 65mila casi di Covid tra i banchi”
Di Meglio segretario

Scuola, Di Meglio “Basta propaganda, 65mila casi di Covid tra i banchi”

da Elvira Zammarano

Ad affermarlo il segretario nazionale del sindacato degli insegnanti “Gilda”, prof. Rino Di Meglio. Il sindacalista ha voluto commentare l’analisi dei dati del ministero dell’Istruzione – fatta dalla nota rivista Wired – che ha dovuto però utilizzare il Freedom of Information Act (FOIA), per conoscerli.

Una inammissibile mancanza di trasparenza, “Riteniamo grave – dice, infatti, Di Meglio – che in un Paese democratico manchi la trasparenza su informazioni così cruciali e che per accedervi un giornalista sia stato costretto a ricorrere al Foia”.

In tal senso Rino Di Meglio, ricorda l’adesione alla campagna #datiBeneComune e la battaglia portata avanti dalla Gilda sulla trasparenza dei dati epidemiologici nelle scuole. “I dati sui contagi tra la popolazione scolastica – spiega Di Meglio – smentiscono clamorosamente la campagna propagandistica condotta da Azzolina per le scuole aperte, a fronte della tesi, strenuamente sostenuta dalla ministra circa la sicurezza delle scuole rispetto alla diffusione del virus, fino al 31 ottobre si sono registrati quasi 65mila casi di Covid-19 tra i banchi”.

“Si tratta di un numero molto elevato – ribadisce – se si considera che è riferito a un periodo poco più lungo di un mese (da inizio anno scolastico a fine ottobre) e che riguardano 2.546 Comuni sugli oltre 6.700 dove ha sede una scuola”. “Data la gravità della situazione – conclude il segretario – sarebbe opportuno che la titolare di viale Trastevere la smettesse con la propaganda e si rendesse conto dell’enorme responsabilità che grava sulle sue spalle”.

Articoli correlati

Lascia un commento