Home Lavoro Legge di Bilancio 2021, Pensioni anticipate, Contratto di espansione, APE sociale e Opzione donna
APE

Legge di Bilancio 2021, Pensioni anticipate, Contratto di espansione, APE sociale e Opzione donna

da Francesco Tesoro

Le indiscrezioni trapelate sulla legge di bilancio 2021, sono molto interessanti, pensiamo all’affiancamento di un migliorato Contratto di espansione, alla proroga dell’APE sociale e all’Opzione donna.

Queste iniziative, saranno attuate in particolare per chi vive condizioni di disagio economico. Anche se prima di fine anno non sarà varata ufficialmente la nuova finanziaria, sicuramente, a fine anno ci sarà la proroga di due misure in scadenza: l’APE sociale e l’opzione donna. L’APE sociale permette l’accesso flessibile alla pensione a partire dai 63 anni di età e con almeno 30anni di versamenti. Rientrerà in questa misura anche chi è rimasto disoccupato avendo esaurito i sussidi di sostegno previsti dalla legge Naspi, tutte le persone con invalidità al 74%,  chi si occupa di assistenza agli anziani ed ai disabili e i lavoratori che hanno svolto attività gravose e usuranti riconosciute dalla legge, questi ultimi, però, con almeno 36 anni di versamenti contributivi. La proroga dell’opzione donna garantisce l’estensione della misura per un ulteriore anno in favore delle lavoratrici con almeno 58 anni di età, se dipendenti, e 59 se autonome con 35 anni di contributi alle spalle. Il contratto di espansione è un meccanismo di prepensionamento, rivolto ai dipendenti delle aziende  medio grandi che di fatto potranno assumere per coprire quei posti lasciati liberi dai (pre)pensionati. Questo accordo tra azienda e sindacati, offre importanti aiuti da parte dello Stato, anche se attualmente è in corso solo per le aziende con oltre 500 dipendenti, nello specifico, si prevede che l’ampliamento coinvolga anche le aziende con organici sino a 250 unità.

Articoli correlati

Lascia un commento