Home Lavoro Salvini sul Reddito di Cittadinanza, “Meglio sospenderlo”
Salvini

Salvini sul Reddito di Cittadinanza, “Meglio sospenderlo”

da Francesco Tesoro

Fa notizia l’insistenza con cui Salvini, chiede l’abolizione del Reddito di Cittadinanza, da sostituire (come misura di sostegno) con l’eliminazione dell’IVA sui prodotti alimentari di prima necessità. “Questa azione – rimarca Salvini, consigliato dalla sua task force politica – servirebbe per andar incontro ai bisogni immediati della gente”.

La misura, simbolo del M5S, un tempo (non lontano) alleati di Salvini, appare ora inadeguata, a causa anche degli stessi fruitori, spesso, personaggi discutibili, non bisognosi e da cronaca nera.

Dichiarazioni, le sue, che fanno scalpore, “Non hanno ancora pagato la cassa integrazione di Aprile e Maggio, e l’Inps pensa ad elargire i redditi di cittadinanza anche a chi non ne avrebbe diritto”. Una riflessione, però, che merita un approfondimento e che deve tener conto, che quando la legge fu varata, ebbe anche il suo sostegno. Quindi fanno “pensare” parole come, “Se la spesa non vale un risultato decente, evidentemente deve essere sospesa, perché in questo momento non ci possiamo permettere di privilegiare alcuni italiani e dimenticarne altri”.

In ogni caso, è giusto pure ricordare che, al 31 ottobre 2020, su 1.369.779 beneficiari della misura, tenuti a sottoscrivere un patto per il lavoro, 352.068, hanno trovato un impiego e che questi soldi, una volta spesi, rientrano nella circolarità della nostra economia.

Articoli correlati

Lascia un commento