Home Cronaca Modugno e Sannicandro sotto la lente dei CC: arresti e 11 mila euro di sanzioni
Modugno Carabinieri

Modugno e Sannicandro sotto la lente dei CC: arresti e 11 mila euro di sanzioni

da Anna Caprioli

Nell’ambito dei quotidiani servizi finalizzati alla verifica del rispetto dei DPCM e delle ordinanze comunali per il contenimento del virus Covid-19, i Carabinieri di Modugno hanno effettuato specifici controlli nei comuni di Modugno e Sannicandro di Bari.

Durante l’attività di servizio svolta a Modugno è stato arrestato D.C.M., 22enne, pregiudicato, ritenuto responsabile di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, già sottoposto all’obbligo di dimora a Modugno, con obbligo di firma presso la Caserma Carabinieri, è stato bloccato in sella ad una bicicletta elettrica, con la quale si spostava, in modo sospettoso, tra le piazze e le vie del paese.
Sottoposto a perquisizione, prima personale e poi domiciliare, il 22 enne è stato trovato in possesso di un grammo di hashish, di 405 euro, riconducibili all’attività di spaccio e, presso la sua abitazione, di ulteriori 11 grammi di hashish, suddivisi in 10 dosi, 5 grammi di eroina, suddivisa in due dosi, un grammo di marijuana, un bilancino di precisione, tre coltelli a serramanico e materiale idoneo al confezionamento della sostanza stupefacente.
Le immediate indagini hanno anche permesso di appurare che il giovane aveva ceduto, poco prima, un grammo di hashish ad un 27enne del luogo, pure lui pregiudicato e agli arresti domiciliari. Il ragazzo è stato segnalato alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti.
Sempre a Modugno, i militari della locale Stazione, dopo attente indagini,  hanno rintracciato e arrestato, T.G., 31enne, su cui pendeva un ordine di carcerazione per un residuo di pena da scontare di 6 anni e 11 mesi ed 1 giorno di reclusione, per tentato furto aggravato in concorso, furto aggravato in concorso, furto in abitazione, possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli, resistenza a pubblico ufficiale, reati commessi nelle province di Bari e Taranto tra il 2013 e il 2018.
A Sannicandro di Bari, i controlli dei Carabinieri della locale Stazione in collaborazione con i militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Bari hanno verificato due attività commerciali del posto, accertando violazioni sulla tracciabilità delle retribuzioni e sull’impiego di collaboratori non dichiarati, elevando sanzioni per oltre 11.000 euro. Nel corso del servizio sono state controllate complessivamente 67 persone, 35 autovetture ed elevate 17 sanzioni per violazioni al codice della strada, 11 di queste per guida senza cintura di sicurezza ed una per l’utilizzo del telefono alla guida. Infine, 13 persone sono state sanzionate amministrativamente per l’inosservanza alle disposizioni in materia Anti-Covid. Alcuni si erano spostati fuori dai Comuni di residenza senza giustificato motivo e, altri, per il mancato rispetto del divieto di assembramento e per aver consumato bevande o cibo in prossimità di attività di ristorazione e bar.
I Carabinieri fanno sapere che i controlli continueranno ogni giorno, al fine di sensibilizzare i cittadini al rispetto dell’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, al divieto di assembramento e di quanto previsto dalla normativa in vigore.

 

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento