Home Scuola DPCM Dicembre, una possibile riapertura, l’Azzolina, “E per la scuola?”
DPCM

DPCM Dicembre, una possibile riapertura, l’Azzolina, “E per la scuola?”

da Elvira Zammarano

A dicembre, tutta l’Italia, potrebbe colorarsi di giallo. È l’ipotesi avanzata dal Governo per incentivare i consumi in uno dei periodi più “caldi” dell’anno. Un paradosso per indicare come il Natale sia considerato, relativamente a spese e consumi, momento “clou”. Tra le idee da inserire nel DPCM natalizio, anche la possibilità di vietare solo gli spostamenti tra Regioni permettendo, invece, quelli tra i Comuni.

A parte le perplessità sui miglioramenti dei dati epidemiologici, auspicabili sempre, rimane il problema reale di un’economia messa in ginocchio dalla pandemia. Certezza che, con molta probabilità, sta spingendo il Governo verso decisioni più “popolari”, a sostegno del nostro sistema economico già abbondantemente provato. Detto questo, la barra deve rimanere dritta, perché la navigazione è ancora incerta, i numeri ballerini e, passate le feste, potrebbero “riaccendersi”, e la colpa sarebbe (anche questa volta?) solo nostra.

Dunque sì ai consumi, sì alla spese, sì alla festa, “ma con moderazione”, affinchè alle nostre tavole natalizie, non partecipi anche il temuto virus. Ma, la riflessione, ancora una volta, ricade sulla scuola.

Per la ministra Azzolina il dibattito, anzi, lo scontro si fa duro. E come riportato dal blog di informazione scolastica, InfoDocenti, durante la notte ci sarebbe stato “un acceso consiglio dei ministri” che ha discusso le nuove misure da adottare nel DPCM di Dicembre. Perchè la Azzolina, dal suo ministero, fa sapere che sarebbe un nonsenso tenere le scuole ancora chiuse in vista di un’ipotetica riapertura.

Fanno il tifo per lei, renziani e (naturalmente) pentastellati, il Pd, come si legge sul blog, rimarrebbe su una posizione più rigorosa e “soprattutto Speranza che resta titubante anche rispetto ad una riapertura (delle scuole) dopo il 7 gennaio”.

Articoli correlati

Lascia un commento