Home Cronaca Decesso Cardarelli, L’autore del video choc, ” Ora vi dico perchè l’ho fatto”
Cardarelli

Decesso Cardarelli, L’autore del video choc, ” Ora vi dico perchè l’ho fatto”

da Manuela Capozzi

Per la sconvolgente vicenda del cadavere scoperto in un bagno dell’ospedale Cardarelli di Napoli, c’è un’evoluzione nelle indagini. L’autore del video choc, intanto spiega il perchè lo ha fatto, “Sono arrivati dopo mezz’ora, ma era già morto”.

L’ottimo lavoro d’indagine svolto nelle ultime ore dalla Polizia di Stato di Napoli coordinata dal pm L.Esposito, dalla Squadra Mobile, dalla Scientifica e dal commissariato Arenella, ha fornito i suoi primi importanti sviluppi. Avvalendosi infatti della documentazione clinica fornita dal PS, delle immagini di videosorveglianza e delle testimonianze dei presenti, è stato possibile dare celermente un’identità all’autore del video. Si tratta di un 30enne di Marinella, Rosario La Monica, compagno di stanza dell’uomo deceduto.

Rosario La Monica, insospettito dalla lunga sosta in bagno dell’uomo, avrebbe forzato la porta, trovandolo per terra senza vita. Secondo il suo racconto, avrebbe provato anche a rianimarlo, “Gli  ho buttato dell’acqua in faccia e poi ho chiesto aiuto – ha raccontato agli inquirenti – ma nessuno mi dava retta”, allora, “per far capire che lí ci trattano come appestati, ho deciso di filmare”. Poi, riferendosi sempre ai video, aggiunge,“ Ne ho girati altri, proprio perché, se morivo lì, qualcuno poteva sapere cosa ci stava succedendo”.

Insomma, il suo, un video denuncia e nello stesso tempo, un vero e proprio grido di aiuto, “Sono arrivati dopo mezz’ora – ha detto spiazzando tutti – ed era già morto. Non riesco a sopportarlo”.

Certo il video, diventato subito “virale” nonostante la brutalità e le immagini di morte, lascia sgomenti per le difficoltà in cui versa uno dei più importanti ospedali del meridione, sempre più in affanno, così come denunciano gli  stessi operatori sanitari.

Intanto, il direttore del Cardarelli, Giuseppe Longo, in un videomessaggio ribatte che è “Deplorevole la modalità con cui è stata data la comunicazione. In modo particolare – ha detto –  è deplorevole aver registrato e diffuso il video”.  Sul fatto è intervenuto anche il Ministro Boccia, attivista e promotore dei cosiddetti Covid Hotel, utili a ridurre la pressione sui reparti ospedalieri,  “immagini ingiustificabili e vergognose – ha ribadito Boccia – anche per tutti noi che abbiamo responsabilità istituzionali”.

Ora, si attendono i risultati dell’esame autoptico per stabilire le reali cause della morte dell’uomo e i provvedimenti che saranno presi a carico dell’autore del video. Per molti La Monica sarebbe un cittadino delatore di una verosimile omissione di soccorso avvenuta  al Cardarelli,  per altri, invece,  si tratterebbe di un irrispettoso gesto che cerca solo il primato dei social ignorando ogni principio e riguardo per la morte.

Articoli correlati

Lascia un commento