Home Cronaca Comune di Palo (BA), cadono le accuse per tre amministratori comunali
amministratori palo del colle

Comune di Palo (BA), cadono le accuse per tre amministratori comunali

da Elvira Zammarano

Furono accusati di abuso d’ufficio e false dichiarazioni e di aver ostacolato il rilascio della necessaria documentazione che avrebbe consentito la realizzazione di un cantiere edilizio.

I fatti risalgono ad una decina di anni fa, allorquando un imprenditore del posto, per poter costruire un grosso complesso edilizio e per il disbrigo delle pratiche previste, fu costretto a rivolgersi al Comune. Tra le richieste c’era anche quella riguardante il “permesso di costruire”, senza il quale, l’imprenditore, non avrebbe potuto avviare i lavori. Ma proprio quello tardava ad essere rilasciato, un ritardo che portò l’imprenditore a denunciare la vicenda, oggi, conclusasi con due assoluzioni piene e una prescrizione e stralcio degli atti, per tre amministratori comunali.

In particolare si tratta di persone che all’epoca dei fatti, avevano un preciso ruolo all’interno dell’Amministrazione, ovvero, del 52 enne Vincenzo Scicutella, Dirigente dell’ufficio tecnico del Comune, Francesco Sivilli, 48 anni, vice sindaco e Antonio Amendolara, 66 enne, ingegnere e consigliere comunale.

Per l’accusa i tre amministratori, utilizzando il loro ruolo di preminenza dirigenziale, avrebbero abusato del loro “potere”, attraverso una serie di atti omissivi e false dichiarazioni, inducendo l’imprenditore a dare la direzione dei lavori del grosso complesso edilizio, all’ingegnere e consigliere comunale, Antonio Amendolara. Le indagini, coordinate dal Pm Vincenzo Minardi della Procura barese ed eseguite dal Nucleo di Polizia Tributaria della GdF di Bari, si sono attualmente concluse con una sentenza di assoluzione (perché il fatto non sussiste), emessa dal GUP De Cristofaro, sia per Scicutella, difeso dal penalista Antonio La Scala, che per Sivilli, assistito dall’avv. Angela Sivilli e con una prescrizione e stralcio degli atti (per vizio di notifica) per Antonio Amendolara, difeso dall’avv. Giuseppe Giulitto.

“Un risultato significativo questo di oggi – ha detto l’avvocato Antonio La Scala – che ha ridato, finalmente, serenità al mio assistito”

Articoli correlati

Lascia un commento